L’appello dei sindaci a vaccinarsi nelle farmacie della rete Farmacom

Vacciniamoci. È questo l’appello che i sindaci dei Comuni di Poggio a Caiano, Carmignano, Vernio e Montemurlo hanno affidato ad un video che hanno pubblicato sulle loro pagine Facebook e su quelle del proprio Comune: “Vaccinarsi è fondamentale per la salute dei nostri cittadini e ora possono farlo a due passi da casa, direttamente nella farmacia comunale”.

Nelle farmacie del gruppo Farmacom dei quattro comuni, infatti, da fine giugno sono aperte le vaccinazioni contro il Covid per la fascia d’età 60-79 anni.

Sindaco di Carmignano Edoardo Prestanti: “La rete delle farmacie Farmacom dimostra ancora una volta di essere un fiore all’occhiello per i nostri Comuni. Ci troviamo ora nella fase in cui vaccinare il maggior numero di persone possibili è l’unico modo per limitare le possibilità di una nuova ondata autunnale, ma in molti hanno difficoltà logistiche perché trovano posti liberi solo in altre zone della Toscana. Con Farmacom viene offerto un servizio di prossimità anche per i vaccini, permettendo agli ultrasessantenni di sottoporsi al vaccino a pochi passi da casa”.

Sindaco di Poggio a Caiano Francesco Puggelli: “Se vogliamo proteggere le persone che amiamo, possiamo farlo solamente attraverso il vaccino. Ormai credo che tutti abbiano compreso l’importanza di vaccinarsi: è un atto di responsabilità verso noi stessi e gli altri ed è la nostra unica arma per sconfiggere il virus. Per questo insieme ai sindaci che fanno parte del gruppo Farmacom abbiamo deciso con forza di fare un video appello a  tutte le persone che hanno più di 60 anni per invitarle a prenotare il vaccino presso le farmacie comunali. Non possiamo permetterci di avere altre perdite e dobbiamo evitarlo percorrendo l’unica strada certa e sicura indicata dalla scienza: la vaccinazione. Lo dico da medico, da sindaco e da padre: insieme possiamo sconfiggere il Coronavirus, facendo ognuno la propria parte.”

Sindaco di Montemurlo Simone Calamai: “La disponibilità del vaccino contro il Covid-19 è un’opportunità che abbiamo tutti il dovere di cogliere prontamente per contribuire a controllare la pandemia e combattere le nuove varianti del virus. Il vaccino anti-Covid è efficace e sicuro e protegge dalle conseguenze gravi della malattia. Da qualche settimana chi ha più di 60 anni può fare il vaccino anche nelle nostre farmacie Farmacom, vicino a casa, senza spostarsi troppo. Cogliamo questa opportunità”.

Sindaco di Vernio Giovanni Morganti: “Vaccinarsi è un atto d’amore nei confronti di noi stessi e delle persone che ci stanno accanto. È un gesto di responsabilità grande nei confronti della comunità di cui facciamo parte e delle persone più fragili che dobbiamo proteggere. Non ci sono strade alternative: usciremo dalla pandemia tutti insieme soltanto se ognuno farà la sua parte. A ciascuno di noi è affidata una missione, quella di vaccinarsi. Lo dobbiamo a chi ha tanto sofferto a causa della pandemia e ai nostri giovani a cui dobbiamo offrire opportunità di futuro”.

Prendere l’appuntamento per prenotare il proprio vaccino nelle farmacie comunali è semplice: basta telefonare dando la propria disponibilità, sarà cura della farmacia stessa comunicare la data della vaccinazione. Questo l’elenco delle farmacie:

  • MONTEMURLO: Farmacia Comunale di Oste (tel.0574790012);
  • MONTEMURLO: Farmacia Comunale di Fornacelle (tel.0574680696);
  • POGGIO A CAIANO: Farmacia Comunale di Poggetto (tel.0558707047);
  • VERNIO: Farmacia Comunale di San Quirico (tel.0574957178);
  • CARMIGNANO: Farmacia Comunale di Seano (tel.0558706361).

Alia aumenta le tariffe e il Comune interviene a sostegno dei cittadini

L’amministrazione del Comune di Carmignano conferma anche quest’anno l’impegno per non aumentare le tariffe della tassa sui rifiuti. Per questo motivo, ha votato contro il piano di Alia, che prevede un aumento tariffario. A Carmignano, la TARI non aumenta, anzi diminuisce grazie a riduzioni e agevolazioni deliberate durante l’ultimo consiglio comunale. In particolare, per le utenze domestiche sono state deliberate le “riduzioni covid” del 5%, che permettono di far rimanere invariate le tariffe rispetto al 2020. Per le utenze non domestiche, invece, è prevista una riduzione volta a non incrementare le tariffe, mantenendole uguali rispetto al 2020, a cui si aggiunge una ulteriore riduzione per offrire un’agevolazione a quelle categorie economiche più colpite dalle conseguenze della pandemia.

“Riteniamo che quella di Alia sia una politica fallimentare – afferma il sindaco Edoardo Prestanti – come dimostrano l’aumento delle bollette e la carenza di impianti per trasformare quei rifiuti che i cittadini diligentemente separano ogni giorno. Ho votato no al piano di Alia perché non vi trovo una proposta adeguata a fare passi avanti positivi nel prossimo futuro. L’Unione Europea ci chiede di ridurre al 10%, entro il 2030, il residuo indifferenziato inviato in discarica, ma oggi in Toscana non si punta ancora abbastanza ad un’economia circolare nella quale i rifiuti siano trasformati in risorse, l’ottica deve essere quella del green new deal una economia circolare che crea ricchezza, salute e tutela l’ambientale”.

Lo scorso 12 giugno il sindaco Prestanti ha partecipato ad un incontro organizzato a Torre del Lago dal Zero Waste ed il sindaco di Viareggio, dove erano invitati i rappresentanti dei Comuni facenti parte della rete Rifiuti Zero.

“Da questa rete è nato un piano per la gestione dei rifiuti nel prossimo futuro – continua Prestanti – che viene proposto alla Regione affinché ci si possa avvicinare all’importante obiettivo europeo. Uno dei punti chiave è l’incentivo del compostaggio, sia a livello familiare che di comunità, che in un territorio verde ed agricolo come il nostro diventa decisamente rilevante anche per la categoria degli sfalci e delle potature stagionali. Un altro obiettivo è quello di dar vita a luoghi di riparazione per allungare la vita degli oggetti, in particolare quelli elettronici. Puntare con decisione anche a quella fabbrica dei materiali per il recupero di materie prime dalla frazione indifferenziata mediante processi tecnologici, e sulle piattaforme raee per il recupero di terre rare e metalli preziosi. Ma soprattutto puntiamo ad una tariffa il più possibile puntuale: per creare un processo virtuoso che vada a premiare quelle famiglie e quelle realtà che differenziano maggiormente e correttamente i rifiuti”

Inaugurata la “Bottega della salute” a Bacchereto

È stata inaugurata oggi la “Bottega della salute” a Bacchereto, nell’immobile che Farmacom ha acquistato da Asl per offrire servizi socio-sanitari di prossimità nella frazione carmignanese dove, altrimenti, i cittadini sarebbero rimasti senza ambulatorio. Grazie a Farmacom oggi non solo Bacchereto ha sempre il suo ambulatorio, ma vengono anche ampliati i servizi socio-sanitari offerti.

La Bottega della Salute sarà aperta nei seguenti orari:

  • Martedì e giovedì: 9.30-12.30
  • Mercoledì e venerdì: 14.30-17.30
  • Sabato: 9.30-12-30

    Questi i servizi offerti:
  • Attivazione tessera sanitaria elettronica, mediante il rilascio del PIN, che consente l’accesso ai servizi offerti dal Sistema Sanitario Regionale e dalla Pubblica Amministrazione.
  • Rilascio di un nuovo PIN, qualora si sia smarrito o dimenticato il PIN di attivazione.
  • Consultazione del Fascicolo Sanitario Elettronico, accedendo digitalmente alle informazioni ed ai documenti clinici relativi alle prestazioni erogate dal Servizio Sanitario Regionale della Toscana.
  • Stampa e ritiro dei referti medici.
  • Consultazione fascia di reddito/esenzione.
  • Cambio medico online.
  • Supporto all’attivazione dell’identità digitale (SPID).
  • Supporto accesso portale OPEN Toscana / Fascicolo Pagamenti online verso la PA.
  • Supporto alla alfabetizzazione informatica per l’utilizzo di servizi e strumenti.
  • Informazioni e supporto sui servizi Covid.

    Inoltre, qui è disponibile un URP e orientamento al cittadino per i seguenti servizi:
  • Supporto alla fruizione di sostegni per le fasce deboli (compilazione domande per agevolazioni ed esenzioni tariffarie, contributi affitti, bandi alloggio, etc.).
  • Servizi educativi e scolastici (assistenza per iscrizioni per nidi comunali, trasporto, mensa, pre-scuola e doposcuola).
  • Informazioni turistiche e culturali.
  • Distribuzione kit raccolta differenziata.
  • Consegna tesserini venatori.

“Farmacom, in quanto azienda partecipata dai Comuni, ha una vocazione non solo economica, ma anche sociale”, spiega il presidente di Farmacom Roberto Natali”. “Qui replichiamo la tipologia di servizi offerti nelle altre realtà presenti sul territorio, affinché i residenti di Bacchereto, in particolare i più anziani, non siano obbligati a recarsi a Seano per le proprie necessità”.

“Con le Botteghe della Salute – dicono il sindaco Edoardo Prestanti e l’assessore alla sanità Federico Migaldi – anche le frazioni più piccole hanno un punto di riferimento socio-sanitario. Quello di oggi è un passo fondamentale per la tutela del diritto alla salute di tutti i cittadini, che oggi più che mai passa dalla prossimità. La nostra volontà è quella di replicare questo modello di servizio alla persona anche a Poggio alla Malva, che presenta una realtà similare a quella di Bacchereto”.

“La Regione Toscana sta investendo molto sulle Botteghe della Salute – aggiunge la consigliera regionale Ilaria Bugetti – e riteniamo che ci sia un bisogno sempre crescente di fare rete fra le piccole realtà più che di centralizzare i servizi. Per questo il lavoro di Farmacom e dei Comuni è importantissimo per dare risposte concrete ai cittadini in ambito sanitario”.

Eat Carmignano Walking: 6 passeggiate tra storia, arte, natura e… gastronomia

Dopo l’esperienza di “Eat Artimino” degli anni passati, legata ad “Eat Prato”, quest’anno arriva una nuova serie di passeggiate tra storia, arte, natura e gastronomia. Sei appuntamenti, tre per adulti e tre per bambini, durante i quali sarà possibile scoprire il territorio di Carmignano a passo lento, seguendo i passi di guide esperte e terminando le serate con la degustazione di prodotti tipici.
Nei tre sabati (26 giugno, 3 e 10 luglio) verranno i percorsi si snoderanno lungo le vie dell’acqua a Seano, la via degli Etruschi ad Artimino e le orme dei medici a Bacchereto. Nelle domeniche (27 giugno, 4 e 11 luglio) i bambini saranno invece accompagnati a scoprire storia e natura attraverso leggende e curiosità.

Le camminate del sabato hanno un costo di 15 euro a persona, quelle della domenica di 8 euro per gli adulti e 5 euro per i bambini.
Informazioni e prenotazioni: Pro Loco di Carmignano Tel 055.8712468 / info@carmignanodivino.prato.it

Sabato 26 giugno
Vie dell’acqua e visita guidata al Parco Museo Quinto Martini, al termine apericena per tutti i partecipanti
Ritrovo: Seano | Parco Museo Quinto Martini
In collaborazione con Paolo Gennai, Elisa Biagi, Ass. Parco Museo Quinto Martini e Spizzettando

Domenica 27 giugno (BAMBINI)
Seano, un micromondo da scoprire
Fra le vigne e gli ulivi c’è un micromondo da scoprire, una vita nascosta tra i fili d’erba e all’ombra degli alberi. Andremo fino al lago di Castagnati e… spunterà un mostro dalle acque? Lo scoprirete solo camminando con noi in un percorso facile, dolce e panoramico nella vera anima della campagna toscana.
Partenza ore 18 dal parcheggio del Parco Museo Q. Martini – Seano
Difficoltà bassa, bambini dai 5 anni in su

Sabato 3 luglio
Via degli Etruschi e visita guidata alla necropoli di Prato Rosello e Tomba del Guerriero, al termine apericena per tutti i partecipanti presso la Tenuta La Borriana
Ritrovo: Artimino | Pieve di S.Leonardo
In collaborazione con Museo Archeologico di Artimino e Gruppo Archeologico Carmignanese

Domenica 4 luglio (BAMBINI)
Carmignano, tra acqua e fortezze
I Medici, grandi sovrani, regnavano su queste terre: ci hanno lasciato ville e castelli, ma anche sorprese da trovare sul nostro cammino. Sapete come portavano l’acqua in casa? Scopriamolo insieme prima di salire in cima alla Rocca passando tra gli olivi, vigne e zone incolte rifugio di animali selvatici.
Partenza ore 18 dalla Chiesa di Carmignano
Difficoltà medio-bassa, bambini dai 6 anni in su

Sabato 10 luglio
Sulle orme dei Medici, visita guidata all’Esposizione delle Antiche Maioliche di Bacchereto con sosta alla Casa della nonna di Leonardo da Vinci, al termine apericena per tutti i partecipanti presso la Fattoria di Bacchereto con spiegazione sulla Villa
Ritrovo: Bacchereto | ex-cava
In collaborazione con Ass. Artumes e Gruppo Archeologico Carmignanese

Domenica 11 luglio (BAMBINI)
I Giganti di Pietramarina
All’ombra del bosco di antichi agrifogli e lecci secolari che ammanta il bel Montalbano, si nascondono misteri che solo gli esploratori più coraggiosi potranno scoprire! Dal monte dove gli antichi Etruschi scrutavano il cielo, andremo alla ricerca dei Giganti di Pietramarina, osservando il meraviglioso parco che li custodisce.
Partenza ore 18 dal parcheggio del Pinone
Difficoltà medio-bassa, bambini dai 7 anni in su

Domenica 27 giugno torna “La Medicea” ciclostorica con bici e abbigliamento d’epoca

Torna dopo un anno di pausa “La Medicea” ciclostorica con bici e abbigliamento d’epoca: l’evento sportivo rievocativo, promozionale del nostro territorio e delle nostre tradizioni ciclistiche. L’appuntamento è per domenica 27 giugno sulle strade carmignanesi, con la Terza Prova “Coppa Toscana Vintage 2021 e l’Ottavo Memorial “Enzo Coppini”. Durante la giornata, sarà allestita anche la mostra di biciclette d’epoca e divise storiche, con mercato di ricambi d’epoca, in piazza Matteotti e piazza Vittorio Emanuele II a Carmignano.

I percorsi saranno due, uno corto e uno lungo, che attraverseranno i territori dei comuni di Carmignano, Poggio a Caiano, Prato e Quarrata. Proprio a Quarrata, ci sarà un passaggio alla Villa La Magia. L’evento si concluderà con il pasta-party finale al Circolo 11 Giugno di Carmignano.

“Dobbiamo ringraziare l’amministrazione comunale e la Pro Loco – afferma Gianmarco Parenti, uno degli organizzatori – che hanno visto da subito in questa iniziativa qualcosa di più oltre all’aspetto sportivo: la valorizzazione del territorio e delle nostre eccellenze. Negli anni passati abbiamo avuto molti partecipanti dall’estero, in particolare australiani ed inglesi, arrivando quasi a 200 iscritti. Quest’anno le restrizioni non ci permetteranno di avere gli stessi numeri, ma ci aspettiamo un centinaio di partecipanti”.

“Si entra nell’estate carmignanese con uno degli eventi a cui più teniamo – commenta l’assessore al turismo Stella Spinelli – perché unisce sport, turismo, salute, andando a promuovere la bicicletta come stile di vita sano e raccontando la storia degli anni passati”.

“Il primo anno sembrava una sfida – aggiunge il sindaco Edoardo Prestanti – invece poi ci siamo resi conto che questa non era un’iniziativa estemporanea, ma doveva diventare una manifestazione qualificante per il nostro territorio. Nelle ultime settimane il mondo della bici ha portato centinaia di persone a Carmignano, dalla gara internazionale di enduro al campionato di ciclismo under-23: con questa terza giornata dedicata alle due ruote evidenziamo ancora di più quanto questo sport sia caratterizzante per il nostro territorio”.

Videoguide nel linguaggio dei segni al Museo Archeologico di Artimino

Realizzate grazie ad un contributo della Regione Toscana stanziato nel 2020, le nuove videoguide del museo – tenuto a battesimo quaranta anni nei sotterranei della villa medicea dai cento camini e dal 2011 trasferito in vecchie cantine alle porte del borgo medievale e intitolato all’archeologo ed ex sovrintendente regionale Francesco Nicosia, che quei territori ha a lungo indatato – sono state presentate nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze, sede della presidenza della giunta regionale. 

Non sono tanti i musei toscani, ma anche in Italia, capaci di offrire questo servizio. “In questo modo – sottolinea il presidente della Toscana, Eugenio Giani – si abbattono quelle barriere, sensoriali, che rischierebbero altrimenti di limitare la fruizione di una visita guidata al museo e dunque l’educazione e l’arricchimento personale di ogni cittadino”. Uno strumento di inclusione culturale, che arriva nel momento in cui la lingua dei segni è stata riconosciuta – esattamente lo scorso 19 maggio 2021 – come lingua ufficiale italiana, dopo decenni di richieste e campagne di sensibilizzazione. “Plaudiamo al progetto, realizzato all’insegna della tutela di quei diritti di cui  la Toscana è da sempre maestra e fiera sostenitrice –  prosegue Giani – Il museo, piccolo nelle dimensioni ma di estremo valore storico ed evocativo e di rilevanza regionale, è un scrigno assolutamento da visitare per chi fosse incuriosito dalla seconda fase di espansione del popolo etrusco.  Ed ora,con la sua storia e i suoi reperti, è in grado di accogliere ogni turista e viaggiatore anche non udente”.

La videoguida, realizzata per il Comune dalla Digi.Art di Reggio Calabria, con la traduzione nel linguaggio dei segni  a cura di Lorenzo Nizzi Vassalle, sarà fruibile tramite tablet che saranno consegnati ai visitatori. Attraverso un percorso guidato –  selezionando a scelta una delle nove sezioni in cui sono articolati i trenta video disponibili – saranno illustrati i principali reperti archeologici esposti nelle sale e i riferimenti ai monumenti che li hanno restituiti: con una o più foto e un video per ciascuno, accompagnando i visitatori  – come già avviene con le tradizionali audioguide, disponibili in quattro lingue diverse – in un viaggio alla scoperta della storia etrusca del territorio e delle sue curiosità. 

“A Carmignano la cultura non è elitaria. E’ per tutti – affermano il sindaco Edoardo Prestanti e l’assessora alla cultura Stella Spinelli – e quotidianamente ci impegniamo per portare arte, storia, musica e teatro ad ogni cittadino”. “Il patrimonio archeologico etrusco – prosegue Spinelli – è uno degli aspetti storico-culturali che maggiormente caratterizzano il territorio carmignanese e siamo orgogliosi di poter dire che grazie all’impegno quotidiano del gruppo archeologico, della direttrice del museo Maria Chiara Bettini e dell’ufficio cultura del Comune, conoscere l’archeologia a Carmignano non è un privilegio di pochi”. 

L’assessora ricorda le numerose iniziative che durante tutto l’anno portano le famiglie a scoprire in maniera interattiva i tesori custoditi nel museo e gli eventi come “Pietramarina sotto le stelle”, che rendono l’area archeologica il set di una suggestiva notte d’estate. “Con gli strumenti di inclusione come le nuove videoguide – conclude –  apriamo adesso le porte ad una categoria di visitatori troppo spesso penalizzata nelle visite museali”.

“Meno di venti musei in tutta Italia – completa il sindaco Prestanti– propongono videoguide in Lis e sapere di essere tra questi, con il nostro spazio museale ad Artimino, ci rende ancora più orgogliosi, perché la vera inclusione si dimostra anche facilitando l’accesso alla cultura e non solo con la riduzione delle barriere architettoniche. Siamo contenti di essere tra i primi Comuni ad inserire un servizio come questo. Con la cultura, lo dicono i numeri, si mangia, ma si vive anche meglio”.  

Il museo etrusco di Artimino si sviluppa su due piani: quello superiore, da cui si accede, racconta il ‘ mondo dei vivi’, ovvero il popolamento dell’area con i suoi diversi insediamenti e le testimonianze di vita quotidiana: borghi, ma anche siti fortificati come quello di Pietramarina sul crinale del Montalbano, da cui nella giornata di cielo terso con lo sguardo si può scorgere in lontananza la costa livornese e l’isola della Gorgona. Il piano inferiore si racconta invece il ‘ mondo dei morti’ e quindi le necropoli: sono esposti i corredi funebri ritrovati nelle tombe di Prato Rosello e di Comeana, tra cui alcuni straordinari reperti d’avorio istoriato, di vetro, di bucchero e di impasto che attestano la presenza dio una cultura etrusca dai caratteri originali e di una elitè che controllava il territorio e con forti mezzi economici.  

Sei video nel linguaggio dei segni, più brevi rispetto a quelli dei tablet, saranno disponibili anche sul sito del museo e del Parco archeologico di Carmignanowww.parcoarcheologicocarmignano.it: un compendio sulle principali emergenze dell’esposizione permanente e i grandi tumuli di Montefortini e Prato Rosello. I video sono accessibili anche dal sito delle videoguide Lis www.videoguidalis.it/museoarcheologicoartimino.  

In arrivo la VII edizione di “Autori di oggi, capolavori di ieri”

Sta per prendere il via la VII edizione della rassegna “Autori di oggi, capolavori di ieri. I classici della letteratura riletti da grandi scrittori”, organizzata dalla Pro Loco di Carmignano in collaborazione con i Comuni di Carmignano e Poggio a Caiano, il Polo Museale della Toscana e la Tenuta di Artimino.

L’edizione di quest’anno sarà dedicata alla Divina Commedia, per celebrare Dante nel settecentesimo anniversario dalla morte. Per questo, i sette incontri dell’edizione 2021 vedranno tutti la lettura e l’approfondimento di un passo della Divina Commedia da parte di importanti autori contemporanei.

“Autori di oggi si conferma una rassegna di grande prestigio per il territorio”, afferma l’assessore alla cultura di Poggio a Caiano Giacomo Mari. “Quest’anno faremo un viaggio all’interno dell’opera senza tempo di Dante che ci permette di esplorare le virtù e i vizi dell’uomo. I nostri “Virgilio” sono, come sempre, autori di altissimo profilo che siamo orgogliosi di ospitare. Il grande merito di Autori di oggi, capolavori di ieri è che grazie agli autori coinvolti dà l’occasione per rileggere la letteratura con sguardi inediti e approcci diversi, da quello giuridico a quello teologico fino a quello poetico grazie all’altissimo bagaglio dei nostri ospiti e alla loro eterogeneità. Ringrazio la curatrice Carla Lomi e la Pro Loco per l’organizzazione della rassegna che da sempre sosteniamo e portiamo avanti con il Comune di Carmignano”.

“Siamo contenti di poter rinnovare l’appuntamento con questa rassegna – aggiungono l’assessore alla Cultura di Carmignano Stella Spinelli ed il sindaco Edoardo Prestanti – e ancor più del fatto che sia dedicata a Dante. Per noi fare cultura significa portare a tutti la conoscenza della letteratura, dell’arte, della storia: un’iniziativa come questa conferma che è possibile aprire a tutti le porte della cultura”

Spiega la curatrice Carla Beatrice Lomi: “Dopo l’ultimo evento della nostra rassegna letteraria, avvenuto nel febbraio dello scorso anno, alla presenza di Franco Marcoaldi e dedicato ad un poeta del Novecento, Giorgio Caproni, oggi, dopo oltre un anno – denso di domande ancora senza risposta, ma soprattutto doloroso per le prove a cui siamo stati sottoposti sul piano personale e sociale – torniamo ad incontrarci nel nome dei classici della letteratura. La voce dei classici interpella, interroga, riflette ogni lettore e dunque cambia con il cambiare del lettore, come ci ha insegnato Gadamer. In essi ogni generazione è presa per mano come da un messaggero che dischiude un nuovo processo di comprensione e di illuminazione della realtà. Per questo a 700 anni dalla morte del Sommo poeta torniamo a rileggere La Divina Commedia, un iperclassico della cultura occidentale”.

Organizzatore:
Associazione Pro Loco Carmignano
In Collaborazione con:
Comune di Poggio a Caiano
Comune di Carmignano
Polo Museale della Toscana
Tenuta di Artimino
Con il Patrocinio di:
Regione Toscana
Provincia di Prato
Associazione degli Italianisti Gruppo Dante
Centro Dantesco dei Frati Minori Conventuali di Ravenna
Società Dante Alighieri Comitato di Firenze
International Association for Art and Psychology
I Parchi Letterari
Associazione Amici delle Ville e Giardini Medicei?
FIDAPA Sezione Pistoia
Touring Club Italiano Club del Territorio di Firenze
Associazione “Il foyer. Amici della lirica”
Con il contributo di:
COOP BISENZIO OMBRONE
BIODISTRETTO DEL MONTALBANO

Programma
Questo anno abbiamo deciso di dedicare la nostra rassegna esclusivamente alla Divina Commedia per riflettere sulla discussa attualità di Dante e soprattutto per celebrare la forza della sua poesia a cui hanno posto mano cielo e terra. A 700 anni dalla morte del poeta, La Divina Commedia, con il suo universo di immagini, personaggi e storie, è un’opera “popolare”, come conferma la sua enorme fortuna, ed è un capolavoro ancora da riscoprire per riappropriarci del nostro patrimonio linguistico e culturale.

Dante è un maestro da ascoltare, una fonte d’ispirazione, è l’artista che, esplorando tutte le pieghe della nostra umanità, raffigurando mondi interiori sconosciuti, ha affermato il primato dell’arte e della poesia quale via maestra per raggiungere la conoscenza e, per il credente, la salvezza.

Il tema che abbiamo scelto di affrontare e su cui vogliamo tornare ad interrogarci in questo tempo segnato da una crisi epocale, riguarda quelle realtà “De li vizi umani e del valore” che hanno forgiato le vicende dei personaggi mirabilmente cantati da Dante nel suo viaggio ultraterreno e che attraversano la storia personale e collettiva determinandone tanta parte del loro corso. L’intento che orienta il progetto muove dalla convinzione che la Commedia sia il testo più venerabile della nostra tradizione letteraria, ma soprattutto un’inesauribile testimonianza dell’esperienza interiore di un uomo. Cercheremo pertanto di considerare che cosa Dante ci dice sui vizi e sulle virtù che possa funzionare per noi oggi. La nostra struttura mentale, psichica, personale può ancora performarsi, comporsi, modellarsi, sullo stile e la forma d’uomo che Dante ci propone sotto il segno del Cristianesimo?

Per questo abbiamo invitato non solo narratori o poeti, come è accaduto in passato, ma grandi nomi della cultura italiana contemporanea, a rappresentare quelle discipline – dalla teologia alla filosofia, dal diritto alla poesia – che contribuirono alla formazione del Sommo Poeta e che ancora possono offrire quel sapere che avvicina alla saggezza.

Questo il programma della VII edizione della rassegna letteraria:

1- Villa Medicea di Artimino 21 giugno ore 18
Alberto Casadei: “Dal vizio comprensibile alla macchia nella virtù: Francesca e Piccarda”
Letture: Giusi Merli, attrice

2- Villa Medicea di Artimino 5 luglio ore 18
Davide Rondoni: “Per lei e per tutti. Un poeta legge Dante”
Letture: Davide Rondoni, poeta

3- Villa Medicea di Artimino 20 luglio ore 18
Natascia Tonelli: “Da Beatrice a Beatrice: le vie del desiderio”
Letture: Emanuela Mascherini, attrice

4- Villa Medicea di Artimino, 13 settembre ore 17
Ubaldo Cortoni, “L’amore che move il sole e l’altre stelle. Dante e la sapienza di Dio verso la persona”
Letture: Elisabetta Santini, attrice
Con la partecipazione straordinaria del flauto Paolo Zampini, Direttore del Conservatorio Cherubini di Firenze
(Evento inserito all’interno del Festival promosso dal Centro delle Associazioni Culturali Fiorentine ed è realizzato in collaborazione con Il Foyer Amici della Lirica e dalla Società Dante Alighieri Comitato di Firenze)

5- Villa Medicea di Poggio a Caiano Salone Leone X, 9 ottobre ore 17
Marco Collareta: “Dante e l’arte del suo tempo”
Letture: Giusi Merli, attrice

6- Villa Medicea di Poggio a Caiano Salone Leone X, 23 ottobre ore 17
Gherardo Colombo, “Dante, la giustizia e la pena”,
Letture: Lorenzo Degl’Innocenti, attore

7- Medicea di Poggio a Caiano Salone Leone X, 6 novembre ore 17.
Sergio Givone: “Intelletto d’amore”
Letture: Moreno Fabbri, attore
Con la partecipazione straordinaria di Ivano Battiston, fisarmonica

PROFILO RELATORI

Alberto Casadei. Ordinario di Letteratura italiana all’Università di Pisa e coordinatore del “Gruppo Dante” dell’Associazione degli Italianisti. Come scrittore ha pubblicato vari racconti, il romanzo La domenica di questa vita e le raccolte di poesie I flussi vitaliGenetica e Le sostanze , vincitrici o segnalate in numerosi premi.

Davide Rondoni. Poeta e scrittore, ha pubblicato diversi volumi di poesia con i quali ha vinto alcuni tra i maggiori premi di poesia. È tradotto in vari paesi del mondo in volume e rivista. Collabora a programmi di poesia in radio e tv, alla scrittura di film e di mostre high-tech experience e ad alcuni quotidiani come editorialista. Ha fondato il Centro di poesia contemporanea dell’Università di Bologna e la rivista «clanDestino». Ha pubblicato volumi di saggi e di libri di narrativa. È autore di teatro e di traduzioni (Baudelaire, Rimbaud, Péguy, Jimenez e altri).

Natascia Tonelli. Natascia Tonelli insegna Letteratura Italiana all’Università di Siena. Fa parte del direttivo ADI, del Consiglio scientifico dell’Ente Nazionale Boccaccio, del Comitato Nazionale per le celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri. Condirige la rivista di italianistica «Per leggere» e la collana Quaderni per Leggere; per l’editore Loescher, la collana Didattica&Letteratura. I suoi ultimi libri sono Fisiologia della passione. Poesia d’amore e medicina da Cavalcanti a Boccaccio (Firenze, Sismel, 2015), Per queste orme. Saggi sul Canzoniere (Pisa, Pacini, 2016), Leggere il Canzoniere (Bologna, il Mulino, 2017), Boccaccio (ed. del Corriere, 2018).    

Claudio Ubaldo Cortoni. Claudio Ubaldo Cortoni monaco camaldolese, è bibliotecario e archivista presso la Comunità Monastica di Camaldoli, e docente di Storia della Teologia presso il Pontificio Ateneo Sant’Anselmo di Roma.

Marco Collareta. Marco Collareta è nato a Merano (Bolzano) l’8 marzo 1952. Dal 1971 al 1975 ha frequentato l’Università di Pisa, laureandosi in Lettere moderne con una tesi in Storia della critica d’arte. Normalista, dal 1975 al 1978 è stato perfezionando presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, dove nel 1981 è divenuto ricercatore. Dal 1993 al 1997 ha insegnato come professore associato presso l’Università di Udine; dal 1997 al 2002, sempre con la medesima qualifica, presso la Scuola Normale Superiore di Pisa. Professore ordinario presso l’Università di Bergamo dal 2002 al 2007, insegna attualmente “Storia dell’Arte Medievale”, “Storia della Miniatura e delle Arti Suntuarie nel Medioevo” e “Storia delle Tecniche Artistiche” presso l’Università di Pisa. I suoi studi riguardano la storia dell’arte tra tardo Medioevo e prima Età moderna, con particolare riguardo per l’oreficeria, la scultura e le fonti letterarie. Ha al suo attivo circa duecento pubblicazioni di vario tipo, che riflettono questi suoi interessi e permettono di seguirne gli sviluppi lungo un periodo di tempo che s’approssima ormai al mezzo secolo.

Gherardo Colombo. Dal 1989 al 2005 è stato Pubblico Ministero presso la Procura della Repubblica di Milano. Dal marzo 2005 è stato giudice presso la Corte di Cassazione; nel febbraio 2007 si è dimesso dalla magistratura. Dal giugno 2007 è stato vicepresidente della casa editrice Garzanti Libri, e dal 2009 presidente della stessa società. Dal 2012 è presidente dell’OdV della Banca Popolare di Milano, ed è consigliere di amministrazione della Rai. Ha scritto vari articoli e testi di carattere tecnico-giuridico, ed inoltre “Il vizio della memoria”, “Sulle regole”, con Corrado Stajano “Ameni inganni”, con Anna Sarfatti, “Sei Stato tu?” e “Educare alla legalità, ha scritto “Democrazia”, “Il perdono responsabile”, con Elena Passerini “Imparare la libertà” ed altri saggi.

Sergio Givone. E’ professore emrito di Estetica nell’Università di Firenze dal 1991. Ha insegnato la stessa disciplina nelle università di Perugia e di Torino. E’ stato Humboldt-Stipendiat presso l’università di Heidelberg. Ha tenuto conferenze e cicli seminariali nelle seguenti università straniere: Stanford (Usa), Columbia (Usa), Sorbona (Francia), Paris VIII (Francia), Lille (Francia), Heidelberg (Germania), Stoccarda (Germania), Autonoma di Madrid (Spagna), Complutense di Madrid (Spagna), Barcellona (Spagna). E’ stato visiting professor all’università di Girona (Spagna). Collabora a numerosi giornali e riviste.

Campionato di ciclismo under 23 – Bacchereto 2021: tutte le informazioni tecniche

Il 19 giugno prossimo il GS Bacchereto e la UC Seanese Corse organizzano il campionato italiano di ciclismo under 23, in collaborazione con il Comune di Carmignano.
Il percorso, del quale alleghiamo la mappa, prevede la partenza a Bacchereto e l’arrivo a Seano, con passaggio dalle altre frazioni del Comune, in particolare Carmignano e Comeana, e dai territori dei comuni limitrofi: Signa, Poggio a Caiano e Quarrata.

“Grazie alle due associazioni organizzatrici e a tutti i numerosi appassionati che si sono stretti a loro, a nome di tutta l’amministrazione, per l’impegno messo nel dar vita a questo evento sportivo di così alto rilievo”, commenta l’assessore allo Sport Stefano Ceccarelli. “Con il video realizzato da Martino Areniello lanciamo oggi ufficialmente il campionato, sicuri che sarà un evento di grande successo. Proprio la scorsa settimana abbiamo accolto qui a Carmignano le mountain bike della Toscano Enduro Series, che hanno riempito di vita le nostre strade. Non vediamo l’ora di vedere i giovani atleti correre fra le curve del nostro territorio, tornando ad animarlo dopo oltre un anno di pandemia”.

“Un ringraziamento all’amministrazione comunale, alle associazioni sportive e a tutti coloro che in questo momento così particolare si sono impegnati per realizzare questa manifestazione”, aggiunge la consigliera regionale Ilaria Bugetti. “Questo segno di ripartenza importante per lo sport e per i giovani ci dà grande speranza. Come Regione Toscana è stato un piacere dare il nostro contributo e sostenere il progetto, perché crediamo che per le associazioni sportive, che hanno sofferto e sono state ferme in questi mesi, abbiano bisogno di sentire una vicinanza. Quindi da parte di tutta la Regione un grande e caloroso in bocca al lupo a tutti i giovani partecipanti!”.

DI SEGUITO LA TABELLA DI MARCIIA ED IL REGOLAMENTO:

Anche nel 2021 c’è lo Sportello Verde

Dopo il riscontro positivo del “Progetto Carmignano 2020 – Rigenerazione Agricola e tutela ambientale”, è stato rinnovato per il 2021 lo Sportello Verde di Carmignano, progetto che ha come capofila la ProLoco e l’impegno diretto del Bio Distretto del Montalbano.

Il progetto persegue un percorso di tutela ambientale e di valorizzazione dell’agricoltura biologica, già intrapreso dall’amministrazione comunale. Lo Sportello Verde, seguito da un agronomo specializzato in programmazione aziendale, promozione del territorio e consulenza sull’uso razionale dei prodotti fitosanitari, sarà sempre a disposizione dell’amministrazione comunale e delle aziende agricole del territorio comunale, attraverso recapiti telefonici ed informatici per coordinare o gestire la realizzazione di interventi mirati.

Il progetto prevede l’aggiornamento dell’Atlante delle produzioni naturali e tradizionali, dei servizi ed ell’eco-turismo locale, attraverso mirate interviste di ogni singola azienda agricola, che è scaricabile dal sito web del Comune di Carmignano. Viene inoltre prodotto un notiziario online volto ad informare le aziende sulle opportunità offerte dai bandi, dalla normativa e dalle iniziative locali, al fine di orientare le aziende agricole locali verso una più razionale pianificazione ed un opportuno coordinamento delle strategie aziendali.

In parallelo, viene elaborato uno specifico disciplinare di garanzia partecipata, in base alle norme IFOAM, con una scheda di adesione da far sottoscrivere alle aziende agricole che intendono aderire al sistema, propedeutico alla fornitura di produzioni naturali e/o certificate bio tramite specifica ATI all’azienda che fornisce il servizio di mensa scolastica gestito da Qualità&Servizi SpA.

Fra i punti cruciali del progetto risalta anche il proseguimento delle esperienze dei corsi didattici sulla costruzione dei muretti a secco inerenti il progetto “Ricostruiamo la campagna giardino”, gestito dalla geologa Laura Grassi e dell’architetta Stefania Voli, anche mediante valutazioni destinate alle aziende agricole locali sul ruolo dei terrazzamenti rispetto alle problematiche idrogeologiche.

Non mancano le attività di promozione per la tutela dei boschi e di valorizzazione delle aree naturali protette di interesse locale, oltre all’affiancamento nei rapporti che il Comune mantiene con le Università e gli enti di ricerca nel campo agricolo e fitopatologico.

“I dati sulle percentuali della SUA (Superficie Agricola Utilizzata) adibite ad agricoltura biologica sono cruciali per comprendere quanto stia funzionando il lavoro fatto sul nostro territorio”, spiegano i referenti del Bio Distretto Rosalba Luzzi e Mario Apicella. “La media della superficie coltivata a biologico è in Europa del 8%, in Italia del 16%, in Toscana supera il 25% e a Carmignano è del 49%. Questo ci fa capire che a livello generale c’è ancora molto da lavorare, ma che sul nostro territorio l’impegno degli ultimi anni sta dando i suoi risultati”.

“Continuiamo questa collaborazione con il Bio Distretto – spiega il presidente della Pro Loco Carlo Attucci – perché riteniamo che lo sportello sia utilissimo alla aziende del nostro territorio per una transizione biologica”.

“Tanti Comuni del Montalbano vorrebbero portare come buona pratica lo Sportello Verde – afferma il sindaco Edoardo Prestanti – e siamo orgogliosi di rinnovare questo servizio, che è fondamentale per i piccoli produttori, che ad esempio rispetto alle grandi aziende agricole non avrebbero la possibilità di gestire da soli tutta la burocrazia necessaria per ottenere le certificazioni”.

1500 elaborati al Premio Nazionale Poesia Bacchereto

Si è concluso il termine per partecipare al Premio Nazionale Poesia Bacchereto, tornato alla vita dopo oltre un ventennio (leggi qui la notizia dello scorso gennaio a riguardo contenente tutti i dettagli).

I partecipanti totali sono stati 513, la maggior parte dei quali ha inviato 3 elaborati: sono state ricevute quindi circa 1500 poesie che adesso verranno valutate dalla giuria in vista della premiazione, prevista per il prossimo ottobre. Hanno partecipato al premio 251 donne e 262 uomini, con un’ampia varietà anagrafica, che va dai diciottenni agli ultra ottantenni. Molto variegata anche la provenienza geografica, che vede rappresentate tutte le 20 regioni italiane, nessuna esclusa.
Oltre ai 513 ammessi, sono state escluse soltanto due poetesse: una perché minorenne (il bando prevede soltanto la partecipazione di cittadini maggiorenni) ed una perché residente in Francia (il bando è aperto agli stranieri, ma solo se residenti in Italia).

“Vedere una così grande partecipazione al Premio ci riempie di gioia – afferma il presidente del Premio, Luigi Petracchi – perché non era scontato che alla prima edizione dopo un ventennio di pausa ci fosse un tale riscontro. Soprattutto ci stupisce positivamente che siano pervenuti elaborati da tutta Italia: un segno chiaro che la poesia non ha confini”.

“Non avevo dubbi sul fatto che ripristinare un premio così importante avrebbe portato entusiasmo e voglia di partecipare”, commenta l’assessora alla Cultura Stella Spinelli. “Da sempre, l’energia che è stata messa in questo evento è stata una garanzia di qualità e anche quest’anno abbiamo raggiunto l’apice della soddisfazione. Questo significa che la poesia ha ancora un posto nel cuore degli italiani. Vinca la poesia migliore!”