Biblioteca comunale “A. Palazzeschi” Dossier Statistiche 2021

I dossier statistiche annuali contengono informazioni e dati su prestiti, servizi e andamento della Biblioteca Palazzeschi.

Statistiche relative ai prestiti

Totale prestiti: 12.592di cui:

  • Prestiti locali: 9.766
  • Prestiti interbibliotecari attivi in provincia di Prato: 600
  • Prestiti interbibliotecari passivi in provincia di Prato: 1155
  • Prestiti interbibliotecari attivi LIR: 150
  • Prestiti interbibliotecari passivi LIR: 921

Totale prestiti anno 2021 per materiale: 12.592 di cui:

  • Libri 11.292
  • Multimediali (Audiolibri, dvd e cd) 1300

Incremento bibliografico e dotazione documentaria
Totale incremento bibliografico anno 2021:
1664 documenti di cui:

  • Acquisti: 1514
  • Doni: 150

Statistiche relative agli ingressi
Ingressi in biblioteca
Totale ingressi 2021: n. 5160
Ingressi suddivisi per mese:

  • n. 550 a Gennaio di cui n. 285 per Sala Studio
  • n. 200 a Febbraio di cui n. 174 per Sala Studio
  • n. 0 a Marzo (Biblioteca chiusa per COVID)
  • n. 200 ad Aprile di cui n. 176 per Sala Studio
  • n. 450 a Maggio – di cui n. 150 per Sala Studio
  • n. 620 a Giugno – di cui n. 232 per Sala Studio
  • n. 130 ad Agosto di cui n. 54 per Sala Studio (Chiusura di 3 settimane)
  • n. 450 a Settembre di cui n. 197 per Sala Studio
  • n. 850 a Ottobre di cui n. 307 per Sala Studio
  • n. 960 a Novembre di cui n. 300 per Sala Studio
  • n. 750 a Dicembre di cui n. 285 per Sala Studio

Considerazioni Finali

Il 2021 si conferma un anno stabile rispetto al 2020, con una leggera crescita nel numero dei prestiti e dell’affluenza. Gravano su questi risultati i mesi di chiusura parziale del servizio tra febbraio e marzo e il protrarsi dell’emergenza Covid-19.

Non calano i prestiti ma cala il numero degli utenti attivi, segnale che indica una forte fidelizzazione dell’utenza già iscritta, ma una progressiva perdita in termini di quantità di utenti che usufruiscono del servizio. Le cause sono evidenti e legate alle ripetute chiusure e incertezze dell’andamento epidemiologico: nonostante i servizi siano sempre rimasti attivi (tranne nei mesi tra febbraio e marzo, quando il personale della biblioteca era assente per Covid) e potenziati grazie a box esterni per il prestito e la restituzione, molte persone hanno perso l’abitudine di frequentare la biblioteca o si sono dotate di strumenti come e-reader per la lettura di e-book o di abbonamenti a piattaforme come Netflix o Prime per la visione di film. Sarebbe necessario quindi promuovere l’abitudine alla lettura, investendo su iniziative, corsi e percorsi scolastici, per arricchire le proposte della biblioteca e guadagnare nuove fasce di pubblico.

Rispetto al 2020 sono aumentati i prestiti interbibliotecari, soprattutto quelli attivi (cioè i libri richiesti da altre biblioteche) e in parte anche i prestiti passivi (quelli richiesti ad altre biblioteche), mentre c’è stato un leggero calo nel prestito locale (i volumi cioè presi in prestito direttamente in biblioteca dagli utenti). Anche questo è un segnale di continuità nell’utilizzo della biblioteca, ma in senso sempre più mirato: rimangono forti le richieste di specifici materiali, soprattutto da parte degli studenti di varie fasce di età (scuole medie, superiori e università), mentre è in lieve contrazione l’utilizzo della biblioteca per il tempo libero e le famiglie.

Il numero di nuove acquisizioni è cresciuto rispetto agli anni precedenti. Questo grazie al Decreto Franceschini per il sostegno delle biblioteche e delle piccole librerie, unito alla capacità dell’Amministrazione Comunale e della Regione Toscana di dare lo stesso contributo economico per mantenere la collezione aggiornata. Sono stati acquistati in tutto €

21.000 di libri e documenti multimediali, una cifra eccezionale rispetto agli anni precedenti. Queste entrate hanno permesso di rinnovare molti settori della biblioteca: la saggistica, attraverso l’acquisto mirato di manualistica universitaria e opere di interesse generale di argomenti vari (musica, sport, cinema, biografie, botanica, ambiente, benessere, storia, ecc…), e la narrativa per adulti, ragazzi e bambini.

In particolare la biblioteca concentra da anni gli sforzi per proporre una sezione bambini e ragazzi di qualità, attraverso l’acquisto dei migliori albi illustrati (4-6 anni) e delle più valide proposte di narrativa e saggistica per ragazzi di tutte le età (6-10, 11-14 e 15-20 anni) in commercio. E’ stata accresciuta anche la sezione dedicata alla fascia di età 0-3 anni, per stimolare la lettura fin dalla più tenera età e tutta la sezione dedicata alla fumettistica, con fumetti per ragazzi, manga e graphic novel.

Tutti i materiali, acquistati tra i mesi di novembre e dicembre, sono già stati catalogati e resi disponibili al prestito.

Una breve spiegazione va riportata per quanto riguarda la dotazione documentaria totale, che ha registrato anche nel 2021 un aumento di poche unità, visto quanto affermato in precedenza. Questo perché il prezzo dei libri in commercio, soprattutto delle opere specialistiche e universitarie, è in costante aumento ma anche perché nel 2021, come negli anni precedenti, è stato attuato un nuovo scarto di diverse centinaia di documenti logori e inopportuni.

Il dato va letto quindi in positivo, perché le collezioni non solo si presentano sempre aggiornate ma anche visibilmente più ordinate e chiare per utenti e bibliotecari. Una crescita più lenta, unita a scarti costanti, va quindi letta come dato qualitativo sul grado di aggiornamento delle collezioni. E’ stato inoltre drasticamente ridotto il numero di doni accettati: la biblioteca è diventata infatti sempre più selettiva nei confronti dei libri donati, data la mancanza di spazio tra gli scaffali.

Un altro dato da tenere in considerazione è l’utilizzo costante delle sale studio: nonostante una drastica diminuzione dei posti disponibili per rispettare il distanziamento imposto dalle norme anti-covid, le sale studio hanno continuato ad essere frequentate con costanza da parte degli studenti, in prevalenza universitari.

Gli ingressi e le presenze in biblioteca sono invece il riflesso del calo generale di pubblico, ma anche il risultato degli strumenti messi in campo dall’Amministrazione per contingentare la presenza di persone nelle sale: grazie al box di restituzione esterno, infatti, molti utenti non accedono più ai locali della biblioteca per le sole restituzioni. La presenza in biblioteca quindi è anch’essa di tipo qualititativo, di utenti cioè che entrano per accedere al prestito o per utilizzare le sale studio, riducendo quindi i rischi di assembramento e di contagio. Molte famiglie inoltre hanno ridotto la presenza in biblioteca in termini numerici e usufruiscono del prestito al momento del bisogno, non utilizzandola come luogo di incontro o di socialità. Grazie alla presenza di armadietti per il prestito esterno diversi prestiti e ritiri vengono effettuati a distanza, senza accedere direttamente alle sale.

Un’ultima considerazione è quella sugli indici del servizio, che possono essere comparati a quelli suggeriti dalla letteratura di settore, per quanto non ci sia ancora la possibilità di accedere ad uno studio vero e proprio legato all’emergenza Covid e alle conseguenze prodotte nelle biblioteche. In questa rilevazione sono stati inseriti anche i dati disponibili sulla distribuzione generale dei prestiti, con una suddivisione giornaliera, settimanale e mensile, per offrire uno strumento di valutazione più concreto sull’impatto della biblioteca e sulle sue potenzialità future.

Il sindaco impone la ripulitura dei campi: “Troppi gli sfalci abbandonati che hanno intasato le fossette e con le piogge provocato allagamenti e tracimazioni”:

L’Amministrazione Comunale ha deciso di adottare le maniere forti emanando un’ordinanza contro chi abbandona gli sfalci vegetali nei tanti campi coltivati disseminati sull’intero territorio, perché da sempre, quando piove, diventano i principali responsabili dell’intasamento dei reticoli idrogeografici minori che portano ad allagamenti e smottamenti.

Le forti piogge degli ultimi giorni, infatti, hanno trascinato i resti delle potature nelle fossette campestri, che già di per sé son state trovate non sempre adeguatamente curate, e il giorno di Santo Stefano la Protezione Civile, i Vigili del Fuoco e gli operai del Comune sono dovuti intervenire in varie zone per rimediare ai danni. In particolare a Seano, nella zona di via Lame, l’acqua non defluita correttamente nei campi circostanti è arrivata alla porta delle abitazioni, e in via La Serra lo smottamento di un terreno ha fatto crollare tre metri di muro a secco che ha invaso la carreggiata di detriti. Così il sindaco ha emesso un’ordinanza rivolta ai proprietari e ai conduttori delle aree e dei terreni incolti prossimi alle abitazioni e lungo le strade affinché procedano celermente agli interventi di pulizia.

“Rimuovere gli sfalci, tagliare la vegetazione incolta che ostacola la regimazione delle acque, escavare, profilare e pulire i fossi interpoderali e i canali di scolo è alla base dell’etica contadina – interviene il Sindaco, Edoardo Prestanti -. Ma evidentemente in troppi oggi ignorano con conseguenze che rasentano il disastro. Quindi entro 15 giorni da oggi intimo che gli interventi vengano effettuati con la cura richiesta e con l’adeguato smaltimento dei resti”.

La violazione dell’Ordinanza è punita con sanzione amministrativa pecuniaria da un minimo di € 25 a un massimo di € 500. In caso di inosservanza sarà inoltre facoltà del Comune procedere d’ufficio e in danno dei trasgressori, ricorrendo all’assistenza della forza pubblica, e qualsiasi danno dovesse verificarsi a causa del mancato adempimento dei lavori di ripulitura sarà direttamente risarcito dagli inadempienti, unitamente a tutte le spese che verranno sostenute da questa Amministrazione, e su questi ricadranno anche eventuali responsabilità penali.

FONDI PNRR A CARMIGNANO. SI INIZIA DALLA SCUOLA DI POGGIO ALLA MALVA

Il Comune di Carmignano si aggiudica i fondi stanziati dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) per l’adeguamento alle norme antisismiche per la scuola dell’infanzia di Poggio alla Malva.

La giunta comunale si è sempre impegnata nella messa in sicurezza degli edifici pubblici e del territorio, cercando fondi che potessero rimpinguare le casse comunali e questa volta non poteva lasciarsi sfuggire i cospicui fondi stanziati nel PNRR. Così ha tentato in molte maniere di ideare progetti validi che potessero risultare meritevoli di ottenere fondi.

“Sono felice che fra i progetti presentati sia stato scelto intanto quello attinente la scuola di Poggio alla Malva – precisa il sindaco, Edoardo Prestanti -. Sperando che sia il primo di una lunga serie, sono soddisfatto di avere questi settantamila euro necessari per garantire agli alunni e personale scolastico nella scuola dell’infanzia di Via Naldi di poter lavorare in sicurezza”.

Jazz, torna ognissanti

Carmignano va a ritmo di Jazz! Il Comune di Carmignano e l’associazione Circolo delle Quinte organizzano la quarta edizione del Festival Ognissanti Suona il Jazz, l’iniziativa nata nel 2017 in cooperazione con il Comune di Poggio a Caiano. La serata si terrà a Villa il Granduca a Carmignano domenica 19 dicembre.

Il Rainbow Jazz Combo, formazione fiorentina diretta da Duccio Bertini ospiterà la grande cantante e pianista americana Dena DeRose, conosciuta e rinomata in tutto il mondo.

Dopo una terza edizione a distanza, si torna ad ascoltare la musica jazz dal vivo in una location esclusiva, sempre rispettando tutte le procedure di sicurezza e con obbligo di green pass.

La prenotazione è obbligatoria con qualsiasi informazione disponibile al numero 0558712468 e all’indirizzo info@carmignanodivino.prato.it. L’ingresso è a partire dalle ore 16 con l’inizio del concerto dalle 17.

c’è PASTO PER TE, PER NON LASCIARE NESSUNO AI MARGINI

L’Amministrazione Comunale non lascia indietro nessuno. Fra le varie iniziative sociali di aiuto e supporto ai cittadini in difficoltà, ha scelto di contribuire anche a “C’è pasto per te”, l’iniziativa del Circolo Arci 11 Giugno di Carmignano che ogni settimana mette a tavola chiunque abbia voglia di gustare un piatto caldo in compagnia. L’obiettivo di queste iniziative è, e sarà negli eventi futuri, avvicinare e rafforzare la nostra comunità senza lasciare nessuno ai margini.

“C’è Pasto per Te è un appuntamento che racchiude lo spirito di solidarietà costruttiva che ha sempre contraddistinto la Giunta Prestanti – spiega l’assessore al Sociale Federico Migaldi-. Per questo non abbiamo esitato a dare un forte contributo a questo progetto, in modo da permettere ai volontari dell’Arci di continuare a tendere una mano a chi ne ha bisogno. Un pasto caldo, buono, assieme ad amici e conoscenti fa bene alla salute e al cuore“. Il tutto è nato da un’idea del consiglio del Circolo, presieduto dall’ex sindaco Doriano Cirri, anima dell’iniziativa.

Il prossimo appuntamento è per giovedì 16 dicembre. Il menù propone due portate di pesce seguite da un dolce, che fanno da cornice ad un momento di socialità e solidarietà natalizia. La prenotazione è aperta a tutti e l’offerta è libera, e anzi, come specificato ironicamente nella locandina, spazia da 0 a 1000 euro. Per informazioni e prenotazioni, chiamare il numero 0558712274.

Un murale su “Infanzia e guerra” a Seano

Questa mattina è stato inaugurato il murale realizzato dall’artista Piero Mazzoni sul muro esterno della scuola primaria Quinto Martini di Seano, sul tema “Infanzia e guerra”. Il murale ha un’ampiezza di 4×5 metri e rappresenta un bambino, chino nel cratere di una bomba, con alle spalle un edificio martoriato dal conflitto. Sul muro, la scritta “No alla guerra” in inglese (No War) e le scritte “Pace” in arabo e in cinese. Tutto attorno, dei bigliettini di carta riportano i nomi di stati o zone del mondo in cui oggi i diritti dell’infanzia sono violati a causa delle guerre.

“L’idea per questo lavoro è nata nella primavera di quest’anno, sul tema dell’infanzia circondata dalle guerre in tutto il mondo”, spiega l’artista Piero Mazzoni. “La mia proposta rivolta all’assessorato alla cultura del Comune di Carmignano, per poterlo realizzare in uno spazio pubblico, è stata accolta e si è trasformata in un grande spazio nel luogo più simbolico: la scuola. Emerge chiaramente il tema dell’infanzia immersa nella guerra e i nomi che si leggono nei bigliettini sono solo alcuni dei paesi in cui oggi c’è un problema di sopravvivenza dell’infanzia a causa della guerra. Questo lavoro vuole attrarre l’attenzione della cittadinanza e della scuola stessa, perché dovrebbe aprire un dibattito sul tema delle guerre in atto e sulle ricadute che hanno anche nel nostro paese. Sarebbe bello in futuro poter cancellare i nomi dei vari paesi: significherebbe che le guerre sono finite e i diritti dei bambini ripristinati”.

“Abbiamo con piacere abbracciato questa idea – commenta l’assessora alla cultura Stella Spinelli – perché rispecchia la politica da noi messa in atto in questi anni. Oltre a commemorare i conflitti del passato che tutti conosciamo, è fondamentale porre l’attenzione sui conflitti in atto. Lo stretto legame fra le guerre e la negazione dei diritti dell’infanzia è un punto sul quale vogliamo porre l’attenzione e ci auguriamo che questo murale diventi un luogo vissuto dagli studenti della scuola, per accompagnare i ragazzi ad una presa di consapevolezza”.

“L’amministrazione pubblica non può limitarsi a costruire cose materiali – afferma il sindaco Edoardo Prestanti – ma deve anche costruire consapevolezza. Papa Francesco dice che ci troviamo in una sorta di terza guerra mondiale: se mettiamo insieme tutti questi bigliettini con i nomi dei paesi, ci rendiamo conto che sono in corso conflitti su tutti i continenti. Il bambino del murale, che sta nel cratere di una bomba, ci dice che i bambini sono le prime vittime delle guerre. Quest’opera ci fa interrogare sul perché delle guerre, su come il sistema economico mondiale che crea ingiustizie e ineguaglianze crea anche guerra, e ci dovrebbe spronare a combattere le ingiustizie a partire dal nostro territorio”.

Spettacolo di Moni Ovadia per i 5 martiri di Artimino

Sabato 7 agosto, alle 21.30 presso l’anfiteatro della Villa Medicea “La Ferdinanda” di Artimino, va in scena il recital di e con Moni Ovadia “Un amore eterno. Musica e poesia”, in ricordo delle cinque vittime civili del 6 agosto 1944.

Il 6 agosto 1944 furono uccisi Nella Nepi 40 anni, Vincenzo Del Conte 76 anni, Olinto Fontani 60 anni, Samuele Nepi 68 anni e Zelinda Nesti 44 anni, tutti e cinque abitanti nella piccola comunità di Artimino, tutti e cinque vittime civili che persero la vita per mano dei nazisti nel 1944. Nella sera di sabato 7 agosto verranno ricordati dalle Autorità locali con la deposizione di una corona di alloro, al cippo ad essi dedicato in via dei 5 Martiri ad Artimino, accompagnata dal gonfalone. A seguire, un evento organizzato dall’Assessorato alla Cultura con un ospite d’eccezione, Moni Ovadia, che porterà in scena un recital poetico con la partecipazione del pianista Vincenzo Pasquariello e della violoncellista Giovanna Famulari.

Con queste parole lo stesso Ovadia commenta lo spettacolo: “Il sentimento poetico e l’afflato musicale nel momento in cui si manifestano all’uomo sono uniti, sono fatti per intessere una relazione. Il componimento poetico ha una sua musicalità Interna che lo rende tale, la musica arte assoluta sa esprimersi in sé e per sé eppure desidera abbracciare l’arte della parola per generare il connubio poetico che da vita alla forma canzone, al melologo, alla romanza, alla beceuse, al lied e a molteplici altre forme di canto esplicito o sotteso. Il pianoforte che nella musica classica occidentale esprime la massima complessità e ricchezza nell’anima di un solo strumento apre un orizzonte sconfinato al corteggiamento di note e parole. Con il pianista Vincenzo Pasquariello e la violoncellista Giovanna Famulari sonderemo la relazione fra musica e versi, incrociando celebri composizioni musicali con versi di grandi poeti a partire dal paradigma di un poema del neoellenico Yiannis Ritsos che prende il titolo da una delle più celebri melodie per pianoforte di tutti i tempi, la sonata al chiaro di luna di Ludwig Van Beethoven per sondare rapsodicamente le risonanze e iridescenze di versi memorabili e note sublimi. A tratti daremo spazio a qualche brano liturgico della cantoralità ebraica”.

Di seguito il programma della Commemorazione

> ore 20.30 | ritrovo in piazza San Carlo ad Artimino
Commemorazione
con le autorità del Comune, l’Anpi di Carmignano, il Comitato 11 Giugno Poggio alla Malva che si muoveranno verso il cippo dei 5 martiri per la loro commemorazione e la deposizione della corona di alloro

> ore 21.30 | Anfiteatro della Villa medicea La Ferdinanda
“Un amore eterno. Musica e poesia”
Recital di e con MONI OVADIA
con la partecipazione di
Vincenzo Pasquariello, pianoforte
Giovanna Famulari, violoncellista

Ingresso gratuito
Prenotazione obbligatoria
Posti disponibili 80
Per prenotare: cultura@comune.carmignano.po.it
Indicare dati corretti e completi: cognomi e nomi + cellulare/i
Le prenotazioni si chiudono il 6 agosto alle ore 12.0
Obbligo di Greenpass

Iniziano il 2 agosto le proiezioni sotto le stelle nella cornice di silenzio e pace del Parco Museo “Quinto Martini” di Seano, luogo di incontri e socialità, grandissimo e perfetto per le limitazioni imposte dalla pandemia.

Basta con i piccoli schermi casalinghi o quelli piccolissimi del telefonino. Il cinema sul grande schermo va difeso e noi siamo qui con 8 proiezioni gratuite + una speciale serata dedicata ai “corti” che invitano, come dice lo slogan scelto per l’Estate carmignanese 2021, a liberare i sorrisi!
Parco Museo Quinto Martini | via Pistoiese – Seano
Tutte le proiezioni avranno inizio alle 21.15
Ingresso su prenotazione cultura@comune.carmignano.po.it fino ad esaurimento posti e con obbligo del rispetto della normativa anticovid
Gratuito
Info: cultura@comune.carmignano.po.it

Programma – Film famiglie/bambini

  • lunedì 2 agosto – Coco (2017)
    regia: Lee Unkrich, Adrian Molina
    con: Anthony Gonzalez, Gael Garcìa Bernal
    Miguel, un giovanissimo aspirante musicista, intraprende un viaggio verso la terra dei propri antenati per scoprire i misteri nascosti dietro i racconti e le tradizioni della famiglia.
     
  • lunedì 9 agosto – Guardiani della Galassia (2017)
    regia: James Gunn
    con: Chris Pratt, Zoe Saldana, Vin Diesel
    Un avventuriero spaziale, Brash Peter Quill, diventa preda di alcuni cacciatori di taglie dopo aver rubato una sfera ambita dal potente Ronan. Per sfuggire alla morte, l’uomo si allea con quattro improbabili compagni di avventura.
     
  • lunedì 16 agosto – Sherlock Gnomes (2018)
    regia: John Stevenson
    on: Johnny Depp, Emily Blunt
    Quando Gnomeo e Giulietta giungono a Londra. Qui si dedicano al loro nuovo giardino in vista della Primavera. Un furto, però, li costringe a chiamare il famoso investigatore Sherlock Gnomes e il suo aiutante Watson per risolvere il caso.
     
  • lunedì 23 agosto – Cattivissimo Me 3 (2017)
    regia: Pierre Coffin, Kyle Balda, Eric Guillon
    con: Max Giusti, Arisa, Paolo Ruffini
    Dopo essere stato licenziato dalla Lega Anti Cattivi per essersi lasciato sfuggire Balthazar Bratt, l’ultimo malvagio in grado di minacciare l’umanità, Gru si ritrova nel bel mezzo di una profonda crisi d’identità.

Programma – Film commedia

  • mercoledì 4 agosto – L’agenzia dei bugiardi (2019)
    regia: Volfango De Biasi
    con: Giampaolo Morelli, Massimo Ghini
    Il seducente Fred, l’esperto di tecnologia Diego e l’apprendista narcolettico Paolo sono i componenti di una diabolica e brillante agenzia che fornisce alibi ai propri clienti. Fred si innamora di Clio, ma il padre della ragazza è un cliente dell’agenzia, che nasconde alla moglie la relazione con il suo giovane amante.
     
  • mercoledì 11 agosto – Ti presento Sofia (2018)
    regia: Guido Chiesa
    con: Micaela Ramazzotti, Fabio De Luigi
    La vita di Gabriele ruota interamente attorno alla figlia Sofia. Divorziato da sette anni, non riesce a trovare una nuova compagna fino a quando non si innamora di Mara, una fotografa bella e simpatica che però detesta i bambini.
     
  • mercoledì 18 agosto – Tutti in piedi (2018)
    regia: Franck Dubosc
    con: F. Dubosc, Alexandra Lamy, G. Darmon
    Jocelyn è un bugiardo incorreggibile costantemente alla conquista di nuove donne. Per ottenere il favore della bella Julie, finge di essere costretto sulla sedia a rotelle. L’amore, però, gli gioca un brutto scherzo.
     
  • mercoledì 25 agosto – Alice e il Sindaco (2019)
    regia: Nicolas Pariser
    con: Fabrice Luchini, Anais Demoustier, Nora Hamzawi, Léonie Simaga
    Dopo trenta anni di carriera politica, il sindaco di Lione Paul Théraneau si trova improvvisamente a corto di idee. Ad aiutarlo a superare la sua crisi esistenziale arriva una giovane e brillante filosofa di nome Alice Heimann.

> Appuntamento speciale fuori programma:

  • Venerdì 20 agosto, ore 21.30
    “Corto al Parco”
    A cura della Scuola di Cinema Anna Magnani di Prato
  • “Margherita”
    Dedicato alla prima imprenditrice della storia: Margherita Bandini, moglie di Francesco Datini
    “Dylan tutto mio. Sempre”
    Un viaggio nei fragili equilibri della psiche dentro la gabbia del lockdown

Saranno presenti:

  • Massimo Smuraglia, regista
  • Gabriele Marco Cecchi, soggettista e sceneggiatore
  • Samuele Luca Cecchi, compositore delle musiche
  • Francesca Cellini e Caterina Brizzi, attrici protagoniste

Approvato il baratto amministrativo

È stata approvata la deliberazione di consiglio che ha istituito il “Baratto amministrativo” per il Comune di Carmignano, una prestazione di pubblica utilità che prevede criteri e condizioni per la riduzione o l’esenzione di tributi, a fronte di interventi per la riqualificazione del territorio da parte dei cittadini.

Il baratto amministrativo è applicabile esclusivamente alla tassa sui rifiuti (TARI), che potrà essere ridotta e/o esentata a favore del cittadino o dell’associazione che offra all’ente comunale una prestazione di pubblica utilità. Gli interventi possono riguardare la pulizia di aree verdi, piazze, strade e altri luoghi pubblici, oltre ad interventi di decoro urbano.

L’agevolazione è composta da pacchetti di attività da 8 ore, che corrispondono ad un valore simbolico di 80 euro. L’esenzione massima consentita è di 240 euro per ciascun cittadino o associazione ed è valido per il pagamento della quota TARI da versare nel periodo di riferimento (non per cartelle già emesse o debiti di anni pregressi). A poter accedere al progetto sono i cittadini residenti nel Comune che hanno una soglia massima ISEE non superiore a 8.500 euro).
Considerando che la prossima scadenza TARI sarà alla fine del 2021, durante l’autunno verrà pubblicato il bando relativo.

“Il Baratto Amministrativo è un aiuto reciproco amministrazione/cittadino”, dice l’assessore alle politiche sociali Federico Migaldi. “Uno strumento in più per affrontare un momento di difficoltà economica, contribuendo a mantenere in ordine il proprio Comune”.

In arrivo il Carmignano Teatro Festival

La prossima settimana arriveranno quattro serate all’insegna delle arti sceniche con il “Carmignano Teatro Festival”, in piazza Giacomo Matteotti a Carmignano. Dopo un inizio dell’estate carmignanese che ha visto la Rocca come location protagonista di eventi e concerti, adesso gli spettacoli arrivano ad animare la piazza principale del borgo, portando la scena proprio di fronte al palazzo comunale.

CARMIGNANO TEATRO FESTIVAL 
Carmignano, piazza Giacomo Matteotti

Lunedì 26 luglio ore 21.15
In viaggio con Dante
Improvvisazioni, ballate e rime
Di e con Mauro Chechi e Francesco Burroni
Mauro Chechi – voce, chitarra, organetto
Francesco Burroni – voce, chitarra, flauti dolci
Una Divina Commedia proposta attraverso un intrattenimento originale, divertente e di alto profilo. I due “toscanacci” Chechi e Burroni elaborano estemporaneamente storie, ballate, ottave, terzine e stornelli, adattando, con un senso metrico, i versi in rima ad una melodia. Padroni del palco, interagiscono col pubblico riportandolo al tempo delle antiche  veglie intorno al fuoco.

Martedì 27 luglio ore 21.15
“Barlume”
Teatro comico disperativo – Omaggio alla geniale comicità di Andrea Cambi
Testo e messa in scena di John Lenient. Con Ivan Periccioli.
Un (forse) attore racconta le peripezie della sua vita professionale, tra alti e bassi, soprattutto bassi, diciamo pure sprofondi, precipizi, baratri, abissi, dirupi, voragini. Tutto regolare, insomma. Conviene restare immobili, all’interno del proprio perimetro, se non  proprio rinchiusi  perfettamente dentro la propria sagoma, perché  la catastrofe, come sempre,  è a un solo passo.
Lo spettacolo fu scritto per Andrea Cambi, il più poetico e disperato dei recenti comici toscani,  che si divertì a interpretarlo durante gli ultimi anni della sua vita. Gli facciamo questo omaggio e gli mandiamo un grande abbraccio.

Mercoledì 28 luglio ore 21.15
“Le nuvole”
Spettacolo NON serio, umoristico musicale
di e con Eros Drusiani.
Chi conosce e apprezza fin dagli anni ’80 Eros Drusiani, tra l’altro compagno di viaggio del leader degli Skiantos Freak Antoni, sa quanta qualità ci sia nel suo lavoro sull’umorismo, anche al quale si deve il grande rifiorire della comicità emiliana negli ultimi decenni. Chi non lo conosce, o lo conosce solo come ospite di vari programmi televisivi, ecco l’occasione per vederlo cantare e recitare i suoi stralunati pezzi.

Giovedì 29 luglio ore 21.15
“Delicato come una farfalla e fiero come un’aquila”
Il mondo libero di Antonio Ligabue
Di e con Elisabetta Salvatori
Teatro di narrazione e di passione
Antonio Ligabue (1899-1965). Uno degli artisti più originali del ‘900, capace di emozionare con una pennellata di colore e di trasportarci all’interno del suo mondo genuino e visionario. Elisabetta Salvatori porta in scena la storia desolante di un uomo solo, tradito e abbandonato da tutti che trova la propria personale umanità nel rapporto con gli animali e con la natura. Sarà un racconto pacato e privo di toni patetici, narrato in punta di pennello su una tela che solo alla fine si svelerà.

INGRESSO GRATUITO
Posti a sedere contingentati – Saranno rispettate le misure anti Covid
Info: cultura@comune.carmignano.po.it