Archivi categoria: Polizia municipale

RImozione di circa 25 auto bruciate e abbandonate

La Polizia Municipale di Carmignano sta mettendo in atto una importante procedura di rimozione di auto bruciate ed abbandonate sul territorio comunale. Negli ultimi giorni sono state individuate circa 25 auto abbandonate: la metà sono state rimosse e le altre verranno portate via nelle prossime settimane.

“La conformazione del territorio carmignanese, in cui abbondano le aree di bosco e campagna, rende difficile monitorare ogni zona 24 ore al giorno”, spiega il comandante Rolando Palagini. “Purtroppo c’è chi approfitta delle aree più isolate per compiere questo tipo di illeciti, ma con questa operazione andiamo a liberare il territorio comunale dalle carcasse delle auto. Ricordiamo anche ai cittadini che, se dovessero individuare altri abbandoni, possono segnalarcelo tramite il portale segnalazioni.comune.carmignano.po.it”.

“Ringrazio il nostro corpo di polizia municipale – commenta il sindaco Edoardo Prestanti – per il grande impegno nel rendere più decoroso l’ambiente del nostro comune. Con il perdurare dell’emergenza covid, il lavoro degli agenti è incrementato dai controlli sulle normative anti-contagio, ma nonostante questo la polizia municipale sta portando avanti perfettamente tutte le attività regolare ed operazioni straordinarie come quella in corso”.

Polizia municipale: cresce la squadra degli agenti

Il 2021 è iniziato con tre nuovi membri nel nostro corpo di Polizia Municipale. Due nuovi arrivati hanno sostituito rispettivamente una vigilessa in maternità ed una trasferitasi all’Ufficio Dogane. La terza è invece un’assunzione aggiuntiva, che va a rinforzare il personale adibito alla sicurezza cittadina.

Il 2020 è stato un anno impegnativo, nel quale i nostri agenti hanno dimostrato un grande senso del dovere e di sacrificio, impegnandosi in maniera costante per far fronte al continuo stato di emergenza in cui ci siamo trovati. Le regolari attività, già di per sé svolte con un organico di molto inferiore ad altri Comuni italiani simili al nostro, sono state incrementate dai controlli Covid in collaborazione con le altre forze dell’ordine, monitorando e garantendo il quotidiano rispetto delle regole a Carmignano.

Il ringraziamento per quanto fatto finora va di pari passo con l’augurio che questa squadra rinnovata continui a dare il meglio per la tutela del territorio carmignanese.

Visita del nuovo Prefetto a Carmignano

Il Prefetto di Prato Adriana Cogode, nell’ambito di un ciclo di visite presso tutti i Comuni della Provincia programmato a breve distanza dal suo insediamento, nella giornata di giovedì 21 gennaio 2021, è stata accolta a Carmignano in una visita ufficiale al Comune, dove ha avuto modo di approfondire la conoscenza del territorio e dei suoi amministratori.

Un primo incontro ha avuto come interlocutori il Sindaco Edoardo Prestanti, il Segretario comunale Andrea Meo ed il Comandante della polizia municipale Rolando Palagini. Alla dott.ssa Cogode è
stato presentato il Comune di Carmignano, con una particolare attenzione all’ultimo anno, durante il quale gli amministratori e gli uffici comunali hanno affrontato le questioni emergenziali relative alla pandemia.

Il secondo momento della visita si è svolto nel salone consiliare: gli assessori hanno potuto raccontare in sintesi al Prefetto quanto svolto durante il mandato amministrativo in corso, con una
luce particolare sull’operato dell’ultimo periodo, che ha visto la necessità di integrare il regolare lavoro amministrativo con la gestione dell’emergenza, che ha coinvolto tutti i settori del Comune.
La presenza del Colonnello Francesco Zamponi, del Maresciallo Davide Murru e del Comandante della PM Rolando Palagini, ha dato l’opportunità di evidenziare la stretta e fruttuosa collaborazione
avuta fra le forze dell’ordine per gestire al meglio le situazioni emergenziali, in particolare legate alla prevenzione del contagio da Covid-19.

Quale ricordo della visita, il Sindaco e la Giunta hanno offerto un presente al Prefetto, con interessanti pubblicazioni sul territorio.
A seguire il Prefetto insieme al Sindaco si è recata presso la Caserma della Stazione dei Carabinieri dove, guidata dal Comandante provinciale Zamponi e dal maresciallo Murru, ha salutato i militari dell’Arma congratulandosi con loro per la meritoria attività di controllo e prevenzione sul territorio, senza trascurare la vicinanza ai cittadini nei cui confronti da sempre i Carabinieri, grazie alla loro capillare presenza, assicurano ogni forma di tutela e di garanzia di sicurezza.

Il Sindaco ha accompagnato il Prefetto a visitare il Tumulo etrusco di Montefortini: una delle principali bellezze archeologiche toscane, eccellenza storica del territorio carmignanese. Nell’occasione, il Prefetto si è proposto di tornare nel prossimo futuro a Carmignano, anche per avere la possibilità di visitare gli altri siti del patrimonio storico artistico del Comune mediceo.


“Ringrazio davvero gli amministratori di Carmignano per l’accoglienza – dichiara il Prefetto e aggiunge: ho avuto modo oggi di apprezzare l’impegno e la passione civile del Sindaco e della sua squadra ed il forte attaccamento alla propria missione istituzionale. Ho altresì apprezzato le ricchezze storiche, archeologiche e paesaggistiche del territorio di Carmignano, custode di una cultura antica amorevolmente preservata dal Comune, territorio contrassegnato da uno sviluppo economico teso a valorizzare le risorse e le bellezze ambientali e le tipicità del luogo. Il confronto sui temi istituzionali con il Sindaco e gli assessori è stato assolutamente proficuo, avendo da subito instaurato un rapporto di sinergica collaborazione nella certezza condivisa di dover fare squadra, soprattutto a fronte delle criticità del momento, nell’interesse dei cittadini e della rapida ripresa dell’economia e della normalità. Abbiamo infatti posto le basi per l’avvio di iniziative congiunte su vari temi di comune interesse come la sicurezza, l’ambiente, la cultura.”

“In questo anno di pandemia – commenta il Sindaco Edoardo Prestanti – il rapporto con la Prefettura è stato fondamentale. La stretta collaborazione nell’affrontare questi momenti difficili ci ha consentito di prenderci cura al meglio del territorio e di chi lo vive. Ritengo che lavorare in squadra tra amministrazione e prefettura, tra polizia municipale e forze dell’ordine, sia l’unico modo per avere un territorio sicuro e per gestire con serietà e serenità
anche le difficoltà inaspettate. Ne abbiamo avuto prova lampante nell’anno appena trascorso e non ho dubbi che questo lavoro fianco a fianco proseguirà anche con il nuovo Prefetto.
Oggi è stato un onore per me mostrare al Prefetto il territorio di Carmignano, che sono orgoglioso di amministrare, e l’ho ritenuto anche un dovere morale: la conoscenza delle peculiarità di ogni
area geografica è essenziale per comprendere le criticità che possono emergere e che dovremo affrontare insieme. Le porte di Carmignano sono sempre aperte e non ho dubbi che la collaborazione con la Prefettura sarà sempre positiva e fruttuosa per continuare ad essere al servizio dei cittadini, che è il nostro
primo e principale compito comune”.

Resoconto annuale dell’attività svolta dalla polizia municipale

L’anno 2020 è stato differente dai precedenti per il lavoro della polizia municipale, che si è trovata a dover ridistribuire le proprie forze per far fronte ad esigenze nuove di controllo e tutela del territorio. Un lavoro svolto in maniera egregia, nonostante proprio in questo anno il comando di Carmignano abbia subito una riduzione del personale e, di conseguenza, delle proprie possibilità operative. Il comandante Rolando Palagini è stato affiancato da cinque agenti, saliti a sei pochi giorni fa, cui si aggiungono il messo comunale ed un amministrativo.

“C’è da considerare anche che dal mese di settembre un agente si trova in smar working – spiega il comandante Palagini – e che nella disponibilità dell’organico vanno considerate anche ferie, permessi e la malattia, anche Covid-19. Il territorio che siamo chiamati a controllare è molto articolato e complesso, sia dal punto di vista ambientale che artigianale e industriale”.

Il territorio di Carmignano è infatti ampio circa 40 chilometri quadrati, ha una popolazione di quasi 15 mila persone e presenta in alcune zone un passaggio veicolare molto intenso, vista la presenza di importanti vie di collegamento tra le aree di Prato, Firenze, Pistoia ed Empoli. Al servizio di controllo regolare sulle strade, contro i furti e contro il vandalismo, quest’anno si è aggiunta l’importante opera di monitoraggio, in accordo con la Questura, per contrastare l’espandersi del contagio da Covid-19.
Da sottolineare come, nonostante l’organico in deficit e il rilevante impegno legato alla pandemia, gli agenti della polizia municipale abbiano elevato 6210 sanzioni, delle quali 5483 con decurtazione di punti dalla patente.

“Durante l’anno – prosegue il comandante – sono stati effettuati oltre cento posti di controllo, esclusi quelli programmati Covid-19, individuando e sanzionando violazioni al Codice della strada. Nonostante la pandemia, non è mancato il servizio a manifestazioni, sagre, mercati, gare ciclistiche ed altri eventi che si sono svolti durante l’anno e che hanno talvolta richiesto controlli più accurati del solito proprio per via del virus stesso”.

Di seguito si elencano le cifre delle principali attività svolte durante l’anno 2020 dalla polizia municipale.

CONTROLLI ANTI COVID-19:

  • N°94 controlli svolti per il rispetto dei divieti DPCM durante i quali sono stati effettuati servizi esterni di controllo dinamico (con vari posti di controllo fissi sul territorio di competenza verificando il traffico veicolare e pedonale).
  • N° 2054 auto-certificazioni acquisite
  • N° 15 sanzioni elevate
  • N° 137 controlli a negozi e pubblici esercizi per le corrette modalità di vendita e somministrazioni.

CODICE DELLA STRADA:

  • N° 6210 contestazioni di violazioni al c.d.s. di cui 944 contestazioni per omessa presentazione della patente di guida, 479 preavvisi per divieti di sosta vari, 23 contestazioni per circolazione sprovvisti di documenti vari, 89 contestazioni immediate, 4675 rilevazioni di infrazioni con auovelox.
  • N° 5483 atti di decurtazioni di punti sulle patenti di guida a seguito di violazioni riguardanti violazioni al c.d.s.
  • presenza giornaliera alle chiamate telefoniche e risposte ai cittadini per spiegazioni inerenti le violazioni al c.d.s. contestate.
  • confronto quasigiornaliero con l’Agenzia So.Ri al fine di pianificare le notifiche e gli accertamenti delle violazioni contestate.
  • N° 8 ricorsi
  • N° 15 udienze al Giudice di Pace
  • N° 12 ricorsi alla Prefettura

INFORTUNISTICA STRADALE:
Numero incidenti stradali totali: 22, di cui :

  • con lesioni: 12;
  • 2 comunicazione Notizia Di Reato per lesioni colpose;
  • 1 comunicazione Notizia Di Reato per guida in stato di ebbrezza;
  • nessun incidente mortale;
  • 12 comunicazioni di segnalazione alla Prefettura per sospensione patente di guida;
  • redatti 45 rapporti di incidenti stradali per studi legali, privati e periti assicurativi.
  • 11 richieste alla Motorizzazione di revisioni straordinarie per veicoli particolarmente danneggiati.

CONTROLLO AMBIENTALE:

  • Nell’anno 2020 gli interventi relativi alla tutela dell’ambiente e quelli volti alla ricerca degli autori degli abbandoni dei rifiuti sono stati numerosi. Circa 90 gli interventi richiesti ad Alia per la rimozione dei rifiuti abbandonati sul nostro territorio, di cui circa 20 per rimozione di consistenti scarti tessili. Inoltre sono stati rimosse circa 15 auto abbandonate in stato di rottami.
  • Le zone più colpite dall’abbandono di rifiuti sono state la via Elzana, la via Meucci, la via Edison, la via Copernico e la via Galilei.

CONTROLLO DEL VICINATO:

A seguito dell’entrata in vigore dell’attività di controllo del vicinato, questo Comando ha ricevuto 254 segnalazioni che sono state poi verificate controllate e trasmesse, nel caso, a chi di competenza.

CONTROLLI PER ABUSI EDILIZIA:

  • N° 28 sopralluoghi per verifiche edilizie
  • N° 5 accertamenti con rilevanza penale
  • N° 6 sequestri delle strutture abusivamente costruite o modificate
  • N° 9 sopralluoghi su richiesta Settore IV Urbanistica
  • N° 16 deleghe e sub-deleghe d’indagine su procedimenti penali in corso da parte di varie Procure in ambito statale ed altri comandi di Polizia/Carabinieri
  • N° 8 annotazioni per altri reati penali diversi da quelli previsti dal D.p.r. 380/2001.

SERVIZI INTERFORZE:

N° 4 controlli in collaborazione con altre forze di Polizia di cui 2 hanno evidenziato violazioni di carattere penale.

ACCERTAMENTI DI RESIDENZA:

  • N° 503 accertamenti di residenza su richiesta Ufficio Anagrafe del Comune di Carmignano
  • N° 148 accertamenti relativi ad indirizzi, numeri civici, presenza sul territorio ed altro, su richiesta di Enti esterni Comune
  • N° 69 accertamenti richiesti da vari plessi scolastici per minorenni che non ottemperavano all’obbligo scolastico.

Seano: in arrivo la nuova viabilità

La frazione di Seano sarà soggetta ad una modifica della viabilità che coinvolgerà in modo particolare quattro strade, sulle quali sarà istituito il senso unico: via don Minzoni, via Saba, via Morante, via Fratelli Rosselli.

Nello specifico, saranno istituiti i seguenti sensi unici:
su via Don Minzoni, nel tratto di strada compreso tra via Baccheretana e via Morante (in direzione di via Morante) e nel tratto compreso tra via Montale e via Bacchelli (in direzione di via Bacchelli);
su via Saba, nel tratto di strada compreso tra via Morante e via Lisi (in direzione di via Lisi);
su via Morante, nel tratto di strada compreso tra via Baccheretana e via Morante (in direzione di via Morante) e nel tratto compreso tra via Don Minzoni e via Montale (in direzione di via Montale);
su via Fratelli Rosselli, nel tratto di strada compreso tra via Saba e via Don Minzoni (in direzione di via Don Minzoni).

Già da questa settimana partirà l’installazione della segnaletica verticale, che verrà temporaneamente coperta. Nella seconda settimana di dicembre sarà invece realizzata la segnaletica orizzontale, dopo di che verranno scoperti i cartelli e la nuova viabilità entrerà in vigore.

Le strade in questione, avendo una larghezza della carreggiata particolarmente ridotta e priva di marciapiedi, necessitavano dell’istituzione del senso unico per garantire la sicurezza ai pedoni, oltre che per una migliore regolamentazione del traffico veicolare. La nuova viabilità, infatti, è volta in modo particolare alla tutela dei pedoni, ma prospetta anche una più ampia possibilità di parcheggio per i residenti della zona.

3 sequestri preventivi nelle zone industriali

La polizia municipale di Carmignano ha messo in atto tre sequestri preventivi, dove è stato riscontrato un utilizzo abusivo di locali attigui ad attività produttive o interne alle attività stesse.

Il lavoro della polizia municipale di Carmignano prosegue incessantemente, non solo nell’ambito dei controlli sul rispetto del codice della strada e sulla normativa per la prevenzione del Covid-19, ma anche tramite indagini accurate di situazioni di abusivismo.

Solo nel mese di ottobre sono stati effettuati sei controlli in collaborazione con Asl e una decina di controlli per iniziativa del comando. “Grazie alla stretta collaborazione con Asl – commenta il comandante Rolando Palagini – riusciamo a mantenere questo trend di controlli ed intervenire di conseguenza”.

Da questa ultima serie di verifiche sono emerse 2 situazioni critiche legate all’abusivismo, che hanno portato a tre sequestri.
Nel primo caso era stato creato un soppalco all’interno di una ditta, dove dormivano e mangiavano 14 persone, in stato di sovraffollamento. Inoltre, nonostante i loculi dormitorio affiancati dallo spazio cucina siano 14, le postazioni di lavorano risultano essere 22.
Nel secondo caso, che ha portato a due sequestri, due appartamenti situati sopra ad una ditta sono stati trasformati in alberghi abusivi. Gli operai della ditta, rispettivamente 24 in un appartamento e 36 nell’altro, sono stati trovati a vivere in loculi di circa 2×3 metri.

“In questo periodo – aggiunge Palagini – i nostri agenti sono impegnati quotidianamente non solo nel lavoro ordinario, ma anche in numerose attività di controllo e coordinazione legate all’emergenza covid. Tuttavia, riteniamo importante proseguire questo tipo di indagini fianco a fianco con la Asl, che ci stanno permettendo di dar luce a numerose situazioni di illegalità”.

Segnalazioni: arriva il portale online

È stata presentata questa mattina la nuova piattaforma per le segnalazioni, che da oggi sarà attiva sul sito web del Comune di Carmignano. Un portale tramite il quale ogni cittadino potrà inserire le proprie segnalazioni, indirizzandole direttamente alla polizia municipale, all’ufficio lavori pubblici oppure all’ENPA (Ente nazionale protezione animali), a seconda della tematica della segnalazione stessa.

APRI IL PORTALE SEGNALAZIONI

Il progetto, realizzato dall’ingegnere informatico del Comune, Francesco Azzurri, è opensource e quindi completamente gratuito e senza costi per le casse comunali. Inoltre, proprio perché realizzato internamente, può essere in qualsiasi momento modificato e migliorato per andare incontro ad esigenze future.

Nello specifico, la piattaforma si sviluppa su due binari: uno rivolto ai cittadini e l’altro alla segreteria dell’Istituto Comprensivo Pontormo.

L’interfaccia per i cittadini prevede la possibilità di scegliere il destinatario della segnalazione e di scrivere un testo ed allegare fotografie. Una volta spedita la segnalazione, l’ufficio competente la riceverà e potrà prenderla in carico o destinarla ad un altro ufficio, nel caso che il cittadino l’abbia erroneamente indirizzata al destinatario non competente in materia. Al cittadino arriverà un’email di conferma ricezione. I tre destinatari delle segnalazioni (polizia municipale, ufficio lavori pubblici ed ENPA), nel proprio portale di background, avranno sempre disponibili ed analizzabili le segnalazioni, anche dopo che la questione è già stata presa in carico o che il problema è stato risolto. Questa memoria storica permetterà di aprire doppie pratiche sulla stessa questione, ma soprattutto agevolerà l’ente nell’analizzare le problematiche di settore, dare risposte più rapide ed impostare in maniera più mirata gli interventi futuri.

La seconda interfaccia è invece un canale diretto tra la scuola e l’amministrazione comunale. La segreteria dell’istituto Pontormo può avviare ticket di segnalazione ed avviare un interscambio di dati con l’amministrazione comunale, di cui rimarrà salvato lo storico. Potrà essere selezionata la scuola per la quale si inserisce la segnalazione, oltre che la categoria: manutenzioni oppure assistenza informatica. Questo sistema servirà a rendere più chiaro e rapido sia lo scambio di informazioni sia l’intervento richiesto.

“Semplicità è la parola chiave i questo sistema”, spiega l’assessore all’informatica Tamara Cecconi. “Finora arrivavano segnalazioni via telefono, email, social network: spesso anche tramite diversi canali in contemporanea, oppure indirizzate a chi non è competente in materia. In questo modo invece agevoliamo sia i cittadini nell’inviare una segnalazione, sia chi la riceve per gestirla al meglio. Sicuramente ci vorrà del tempo perché tutti utilizzino questo servizio, ma come con il sistema di prenotazione online degli appuntamenti, gradualmente diventerà un’abitudine”.

“A fronte di una miriade di canali – aggiunge il sindaco Edoardo Prestanti – diamo uno strumento chiaro, univoco, trasparente e soprattutto facilmente utilizzabile. Ma oltre a risolvere i problemi nell’immediato, lo storico delle segnalazioni ci permette anche di pianificare meglio il futuro. Se ai lavori pubblici arrivano numerose segnalazioni tutte sulla stessa strada, probabilmente servirà pianificare un intervento più importante rispetto alla semplice toppa su una buca”.

“Riceviamo ogni giorno segnalazioni via telefono ed email – sottolinea l’agente della polizia municipale Emiliana Mainardi – e capita che arrivino più chiamate per lo stesso motivo. Questo sistema sicuramente ci agevolerà nella gestione delle segnalazioni”.

“Per noi – concludono Andrea Petrini e Lucia Casarin di ENPA – è un grande passo avanti nello snellire gli aspetti burocratici. In alcune situazioni potremo intervenire più rapidamente e ci sarà anche una più semplice interazione con l’amministrazione comunale.

Salgono a 40 le telecamere di videosorveglianza

Grazie a 18.000 euro di fondi del bando nazionale per la videosorveglianza, sono state installate 8 nuove telecamere sul territorio comunale, facendo salire a 40 il numero complessivo, per incrementare le misure di tutela del territorio.

Nello specifico, sono state aggiunte 2 telecamere di contesto e 6 telecamere con targa alert system, in grado di rilevare il numero di targa delle autovetture e di verificare in tempo reale se il veicolo è in regola con assicurazione e revisione, oltre ad inviare alle forze dell’ordine una segnalazione per eventuali auto rubate o sospette.

Attualmente le 6 nuove telecamere a lettura targhe sono state posizionate nei seguenti punti:
-Stazione di Carmignano (nuova installazione)
-Località Camaioni (nuova installazione)
-Semaforo all’incrocio tra via Vergheretana e via Madonna del Papa (nuova installazione)
-Autovelox di Seano (sostituisce la telecamera già esistente)
-Tangenziale ponte Ombrone (sostituisce la telecamera già esistente)
-Fermata bus Seano via Statale (sostituisce la telecamera già esistente)
Le due nuove telecamere di contesto sono invece state installate al Museo di Artimino.

La rete completa delle telecamere permette adesso di coprire tutti gli accessi al territorio comunale, oltre ai luoghi più sensibili come piazze ed incroci principali.
Nello specifico, dal 1 al 7 luglio è stato rilevato il transito di oltre 400 mila veicoli dai varchi di accesso ed uscita dal comune. La telecamera di Seano (Ombrone) dal 1 al 7 luglio ha rilevato il passaggio di 131 mila veicoli. Numeri che crescono notevolmente in altri periodi dell’anno.

“Quattro anni fa siamo partiti con il progetto di videosorveglianza – spiega l’assessore ai lavori pubblici Stefano Ceccarelli – ed abbiamo sfruttato la difficile morfologia del territorio a nostro vantaggio, posizionando le antenne per la ricezione dei dati delle telecamere nelle zone collinari. Per posizionare le nuove telecamere intelligenti abbiamo seguito i consigli delle forze dell’ordine, che hanno un occhio più attento sui luoghi più sensibili del territorio”.

Polizia Municipale e Carabinieri hanno accesso alle immagini delle telecamere, non solo dall’apposito portale informatico, ma anche direttamente dal telefono cellulare. Questo permette agli agenti di accedere alle telecamere anche quando sono di pattuglia.

“All’inizio del mandato – aggiunge il sindaco Edoardo Prestanti – ci eravamo dati l’obiettivo di monitorare i mezzi in entrata e uscita dal comune: siamo arrivati ad avere una copertura completa con doppia valenza. Da un lato il contrasto ai fenomeni criminali, dall’altro il controllo delle targhe: uno strumento di grande supporto all’operato delle forze dell’ordine”.

Controlli serrati sul territorio

Ancora controlli serrati sul territorio da parte delle forze dell’ordine per verificare il corretto rispetto delle disposizioni governative. Controlli che non si sono fermati neanche nel fine settimana di Pasqua. La Polizia Municipale di Carmignano ha controllato persone a piedi, auto in transito e attività commerciali. Se sabato è stato riscontrato un po’ di movimento sul territorio, le cose sono andate meglio per Pasqua e Pasquetta, con poche persone in giro e auto in transito. In totale da sabato 11 a lunedì 13 aprile sono state controllate 81 persone e diciannove negozi. Una la violazione contestata.

In totale dall’11 marzo scorso a ieri, martedì 14 aprile, la Polizia Municipale di Carmignano ha verificato 257 esercizi commerciali; 1.009 invece sono state le persone fermate e controllate. Quindici in totale i verbali fatti. Durante questi controlli sono inoltre emerse violazioni al codice della strada, che sono state regolarmente sanzionate.

“Grazie alla nostra Polizia Municipale per il lavoro che quotidianamente sta svolgendo a servizio della nostra comunità – ha commentato il sindaco Edoardo Prestanti -. Chiediamo a tutti i cittadini di continuare a collaborare. Oggi più che mai è necessario continuare a rispettare le direttive ministeriali, restare a casa e limitare gli spostamenti. Non possiamo abbassare la guardia proprio adesso, non vanifichiamo tutti gli sforzi e i sacrifici fatti fino ad ora”.

Proseguono i controlli sul territorio

Prosegue l’attività di controllo sul territorio da parte delle forze dell’ordine per verificare il rispetto delle misure contenute nei decreti ministeriali, volte ad impedire la diffusione del contagio del Covid-19. Nello specifico l’attività della Polizia Municipale di Carmignano si è concentrata sulla verifica dell’effettiva necessità della presenza di persone al di fuori della propria abitazione. Come disposto dall’ultimo decreto ministeriale, infatti, ci si può spostare solo per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza o per motivi di salute. E i numeri parlano chiaro: “I carmignanesi hanno recepito le direttive e i miglioramenti si vedono. Il senso di responsabilità sta prevalendo e sono sempre meno le persone che escono, se non per comprovati motivi di necessità o urgenza – ha dichiarato il sindaco Edoardo Prestanti -. Oggi più che mai è essenziale non uscire, nemmeno di notte. Ci è giunta voce che alcuni cittadini sono stati trovati fuori dalla propria abitazione in orario notturno. Certi comportamenti mi auguro non si ripetano più. Rispettiamo le regole, tutti. Restiamo a casa. Non possiamo permetterci di abbassare la guardia, ognuno di noi deve continuare a fare la propria parte e deve restare a casa, è l’unica arma che abbiamo a disposizione per limitare il contagio”.

La Polizia Municipale di Carmignano, nonostante l’esiguo organico, dallo scorso 11 marzo ad ora ha effettuato controlli su due turni, sia la mattina che il pomeriggio. Da queste verifiche sono state generalizzate 311 persone, sia in auto che a piedi, che hanno presentato e sottoscritto la relativa autocertificazione. La Municipale sta procedendo con la verifica della veridicità di dodici di loro, le cui autocertificazioni hanno indotto gli agenti a generare dubbi su quanto dichiarato. Sono stati poi effettuati controlli, per un totale di 120 volte, agli esercizi commerciali sparsi su tutto il territorio comunale. In questo caso non sono state riscontrate violazioni. Giovedì 26 marzo inoltre, a seguito di una circolare della Questura di Prato, sono stati eseguiti controlli anche all’ufficio Postale di Seano (unico ufficio postale aperto sull’intero territorio comunale), in occasione del primo giorno di pagamento delle pensioni.

I controlli degli agenti non si sono limitati alla verifica della necessità degli spostamenti. Durante i controlli sono, infatti, emerse violazioni al codice della strada che sono state regolarmente sanzionate, come per esempio utilizzo del telefono alla guida e non uso delle cinture di sicurezza. È stata poi ritirata una patente in corso di validità straniera non UE ad un cittadino residente da più di un anno sul territorio italiano.