Archivi tag: scuola

I bambini di Comeana vincono il premio nazionale “I fumetti e cartoni dicono No alla mafia” e il Comune regala libri sulla legalità alle scuole

Le classi 3-A e 3-B della scuola Nazario Sauro di Comeana hanno vinto il primo premio, per la sezione scuola primaria, del II concorso nazionale Premio Attilio Manca “I fumetti e cartoni dicono No alla mafia”, promosso dall’Associazione Peppino Impastato e Adriana Castelli, con l’elaborato “Un’intervista speciale”.

Lo scorso gennaio, a 25 anni dalla barbara uccisione da parte della mafia del piccolo Giuseppe Di Matteo, gli alunni dell’istituto comprensivo Il Pontormo di Carmignano hanno partecipato ad un incontro in videoconferenza con il Presidio di Libera Valle Jato, per apprendere la storia di Giuseppe direttamente dal suo paese natale. A seguito dell’incontro, queste due classi hanno scelto di realizzare il proprio elaborato proprio sul piccolo Di Matteo. “I ragazzi hanno pensato ad alcune domande che avrebbero voluto porre a Giuseppe – spiega l’insegnante referente Gianna Balestri – e noi insegnanti gli abbiamo elaborato le risposte prendendo spunto dal libro di Martino Lo Cascio ‘Il giardino della memoria’. Hanno poi realizzato il fumetto che ha come protagonisti Selem e Leo, due eroi che combattono le mafie, che pongono le domande a Giuseppe”.

Il fumetto dei ragazzi di Comeana si è guadagnato il primo posto su 754 elaborati. I giovanissimi autori riceveranno un attestato di impegno al valor civile, oltre all’attestato di vittoria del premio. Parti del fumetto verranno lette domani pomeriggio nel giardino della legalità Pietra Tramuta, durante l’inaugurazione dei due aranci prevista per le ore 16.

Inoltre, in questa settimana l’assessora alla Pubblica Istruzione Tamara Cecconi ha consegnato a tutte le scuole del territorio una serie di libri sul tema della legalità: dopo il suddetto incontro dello scorso gennaio, alcuni insegnanti avevano espresso il desiderio di arricchire le biblioteche scolastiche con libri su questo tema. È stato quindi proposto ad ogni istituto, dall’infanzia alle medie, di redigere una lista di libri, che sono stati acquistati dal Comune affinché le scuole possano utilizzarli per la propria didattica.

“Non possiamo che essere orgogliosi dei nostri ragazzi e dei loro insegnanti – afferma Tamara Cecconi – che ancora una volta hanno dimostrato un grande impegno per promuovere la cultura della legalità. Far capire ai cittadini del futuro cosa sia la mafia e perché sia fondamentale contrastarla, è una nostra priorità perché solo con questa consapevolezza potranno coltivare un’Italia migliore negli anni a venire”.

Libri legalità

Nuova mensa: sindaco e assessore a pranzo alla scuola Q. Martini

Oggi è partito nelle scuole comunali il servizio mensa di “Qualità e Servizi”, l’azienda completamente pubblica in cui Carmignano è entrato a fianco di Campi Bisenzio, Signa, Sesto Fiorentino e Calenzano. Per l’occasione, il sindaco Edoardo Prestanti e l’assessore alla Pubblica Istruzione Tamara Cecconi sono stati a pranzo alla scuola Quinto Martini di Seano, dopo aver visitato il centro cottura. Il pasto di oggi prevedeva lasagne, parmigiano, cavolfiore, pane e mandarini.

Per qualche giorno, in attesa della Commissione Mensa, il menù rimane invariato, per essere poi modificato in modo condiviso con scuola e famiglie, ma cambiano da subito i prodotti utilizzati. Proprio la cura nella scelta dei prodotti è una delle caratteristiche che hanno motivato la scelta di passare a “Qualità e Servizi”. Il reperimento di prodotti di alta qualità, biologici ed il più possibile a chilometro zero, affiancato da uno studio nutrizionistico, alzano il livello dei piatti serviti ai bambini, che già in questo primo giorno di mensa è stato riscontrato da alunni ed insegnanti.

“Abbiamo pranzato alla mensa – afferma l’assessore Cecconi – e possiamo testimoniare come lo stesso menù, proposto con prodotti di qualità più elevata, sia già un passo avanti in positivo. A breve avremo anche un menù rinnovato, che porterà ad un ulteriore salto di qualità. Gli insegnanti ci hanno fatto notare come alcuni bambini, che finora erano restii a mangiare alcuni cibi, oggi abbiano ripulito i piatti: credo che questo sia un segnale di per sé molto significativo”.

La qualità dei prodotti è garantita dalla filiera seguita da Qualità e Servizi. Un esempio è quello del pane, per la cui produzione l’azienda segue la filiera in tutti i suoi passaggi. Gradualmente verranno inseriti in cucina i prodotti che possono essere reperiti direttamente sul territorio di Carmignano. Il primo prodotto è stato l’olio EVO bio, già presente in cucina dal primo giorno, che arriva a rotazione da quattro produttori carmignanesi: Montaneta, Humanitas, Le Ginestre, Frigionaia.

“Il reperimento dei prodotti dal nostro territorio è un dettaglio fondamentale”, sottolinea il sindaco Prestanti. “In questo modo da un lato contribuiamo a sostenere le aziende agricole del nostro comune e la biodiversità del territorio, dall’altro abbiamo la certezza di mettere nei piatti dei bambini prodotti di altissima qualità. Siamo fra i comuni più virtuosi in Italia per le pratiche agricole naturali e biologiche: questo è un valore di cui essere fieri e che ci permette di tutelare la salute dei più piccoli partendo dal cibo. Possiamo dire con soddisfazione che Qualità e Servizi sposa i valori che ogni giorno portiamo avanti come amministrazione, sia dal punto di vista della sostenibilità ambientale, sia dal punto di vista educativo”.

Nella foto, accanto al sindaco Prestanti e all’assessore Cecconi, il referente di Qualità e Servizi Francesco Dini ed il cuoco Simone Guazzini.

GIORNATA CONTRO L’ODIO

Il consiglio comunale, a seguito della proposta di legge formulata in Senato dalla senatrice Liliana Segre, ha istituito per la data del 30 ottobre la giornata contro l’odio, su proposta della presidente del consiglio comunale Chiara Lorenzini.

“La proposta di legge di Liliana Segre – spiega Chiara Lorenzini – ci ha portati ad avviare un dibattito su cosa sia effettivamente l’odio, giungendo alla conclusione che questo si presenta sotto svariate forme. Per questo, come maggioranza e poi come consiglio comunale, abbiamo deciso di istituire questa giornata il 30 ottobre, dedicando ogni anno spazio al dibattito su una forma d’odio differente. Ci poniamo come obiettivo primario la sensibilizzazione della popolazione su questa tematica, partendo dai ragazzi e dalle ragazze del territorio. Queste tematiche, sebbene non strettamente curriculari, risultano sempre più importanti anche nel contesto scolastico, come tasselli fondamentali per la crescita dei cittadini del domani”.

Tema di questa prima giornata è il bullismo. Sarebbe stata in programma la premiazione dell’Istituto Pontormo e la classe 4B della scuola primaria Q. Martini, che nell’anno scolastico 2018/2019 si è distinta nel Premio Teresa Sarti Strada, concorso promosso da Emergency, presentando il fumetto “I quattro personaggi misteriosi”, proprio sul tema del bullismo. Data la situazione di emergenza sanitaria in corso, è stato deciso di rimandare l’evento di premiazione a quando sarà possibile garantire la partecipazione della cittadinanza, così da dare il giusto riconoscimento agli studenti coinvolti.

“Ci teniamo a ringraziare il dirigente scolastico dell’Istituto Pontormo e tutto il corpo docente – aggiunge l’assessore alla pubblica istruzione Tamara Cecconi – perché dimostrano sempre una grande attenzione anche per le tematiche che esulano dal piano di studi. La partecipazione ai concorsi e alle iniziative con sfondo sociale, sono un grande stimolo per i ragazzi, che si trovano a guardarsi in faccia e confrontarsi con le situazioni, talvolta difficili, che hanno attorno. Sul tema del bullismo, oggetto della giornata di quest’anno, c’è ancora molto lavoro da fare ed è pertanto importante l’impegno quotidiano che gli insegnanti mettono su questo fronte”.

Azienda del territorio regala visiere per asili nido e scuole dell’infanzia

Oggi l’azienda Pluribol ha donato un kit da 10 visiere paraschizzi per ciascuna scuola dell’infanzia, per la scuola dell’infanzia paritaria e per gli asili nido privati presenti nel comune di Carmignano.

Oggetto della donazione sono le visiere paraschizzi PLUS01: visiere protettive in PET, realizzate con un design ergonomico a scudo completo, che protegge completamente dal mento alla fronte, e dotate di una fascia elastica e di un distanziatore frontale in poliuretano espanso elastico, per essere adattate a tutti gli utilizzatori. Le visiere, contrassegnate come DPI certificate CE, sono disinfettabili e riutilizzabili e saranno quindi dispositivi di protezione molto utile durante l’anno scolastico per tutte le scuole cui sono state donate.

L’azienda Pluribol è nata nei mesi scorsi, in seguito all’emergenza Covid-19, da una filiera di aziende del territorio che hanno riconvertito la propria produzione, per far fronte alla nuova situazione di mercato, riuscendo anche a dare lavoro a numerose persone.

“Ricevere una donazione come questa, in questo momento – afferma l’assessore all’istruzione Tamara Cecconi – non solo fa piacere, ma ci rende orgogliosi dei cittadini che vivono e lavorano nel nostro territorio. Queste visiere offriranno maggiore sicurezza a tutti coloro che lavorano con i bambini più piccoli, che non indossano la mascherina, e contribuiranno notevolmente a limitare le possibilità di contagio da Covid. Ma i ragazzi della Pluribol hanno dimostrato di non abbattersi davanti alle difficoltà, anzi di saperne tirar fuori un’occasione. Grazie alla loro iniziativa hanno ridato una prospettiva a tanti lavoratori, fornendo allo stesso tempo degli strumenti di protezione indispensabili nella lotta contro il virus”.

Segnalazioni: arriva il portale online

È stata presentata questa mattina la nuova piattaforma per le segnalazioni, che da oggi sarà attiva sul sito web del Comune di Carmignano. Un portale tramite il quale ogni cittadino potrà inserire le proprie segnalazioni, indirizzandole direttamente alla polizia municipale, all’ufficio lavori pubblici oppure all’ENPA (Ente nazionale protezione animali), a seconda della tematica della segnalazione stessa.

APRI IL PORTALE SEGNALAZIONI

Il progetto, realizzato dall’ingegnere informatico del Comune, Francesco Azzurri, è opensource e quindi completamente gratuito e senza costi per le casse comunali. Inoltre, proprio perché realizzato internamente, può essere in qualsiasi momento modificato e migliorato per andare incontro ad esigenze future.

Nello specifico, la piattaforma si sviluppa su due binari: uno rivolto ai cittadini e l’altro alla segreteria dell’Istituto Comprensivo Pontormo.

L’interfaccia per i cittadini prevede la possibilità di scegliere il destinatario della segnalazione e di scrivere un testo ed allegare fotografie. Una volta spedita la segnalazione, l’ufficio competente la riceverà e potrà prenderla in carico o destinarla ad un altro ufficio, nel caso che il cittadino l’abbia erroneamente indirizzata al destinatario non competente in materia. Al cittadino arriverà un’email di conferma ricezione. I tre destinatari delle segnalazioni (polizia municipale, ufficio lavori pubblici ed ENPA), nel proprio portale di background, avranno sempre disponibili ed analizzabili le segnalazioni, anche dopo che la questione è già stata presa in carico o che il problema è stato risolto. Questa memoria storica permetterà di aprire doppie pratiche sulla stessa questione, ma soprattutto agevolerà l’ente nell’analizzare le problematiche di settore, dare risposte più rapide ed impostare in maniera più mirata gli interventi futuri.

La seconda interfaccia è invece un canale diretto tra la scuola e l’amministrazione comunale. La segreteria dell’istituto Pontormo può avviare ticket di segnalazione ed avviare un interscambio di dati con l’amministrazione comunale, di cui rimarrà salvato lo storico. Potrà essere selezionata la scuola per la quale si inserisce la segnalazione, oltre che la categoria: manutenzioni oppure assistenza informatica. Questo sistema servirà a rendere più chiaro e rapido sia lo scambio di informazioni sia l’intervento richiesto.

“Semplicità è la parola chiave i questo sistema”, spiega l’assessore all’informatica Tamara Cecconi. “Finora arrivavano segnalazioni via telefono, email, social network: spesso anche tramite diversi canali in contemporanea, oppure indirizzate a chi non è competente in materia. In questo modo invece agevoliamo sia i cittadini nell’inviare una segnalazione, sia chi la riceve per gestirla al meglio. Sicuramente ci vorrà del tempo perché tutti utilizzino questo servizio, ma come con il sistema di prenotazione online degli appuntamenti, gradualmente diventerà un’abitudine”.

“A fronte di una miriade di canali – aggiunge il sindaco Edoardo Prestanti – diamo uno strumento chiaro, univoco, trasparente e soprattutto facilmente utilizzabile. Ma oltre a risolvere i problemi nell’immediato, lo storico delle segnalazioni ci permette anche di pianificare meglio il futuro. Se ai lavori pubblici arrivano numerose segnalazioni tutte sulla stessa strada, probabilmente servirà pianificare un intervento più importante rispetto alla semplice toppa su una buca”.

“Riceviamo ogni giorno segnalazioni via telefono ed email – sottolinea l’agente della polizia municipale Emiliana Mainardi – e capita che arrivino più chiamate per lo stesso motivo. Questo sistema sicuramente ci agevolerà nella gestione delle segnalazioni”.

“Per noi – concludono Andrea Petrini e Lucia Casarin di ENPA – è un grande passo avanti nello snellire gli aspetti burocratici. In alcune situazioni potremo intervenire più rapidamente e ci sarà anche una più semplice interazione con l’amministrazione comunale.

Via ai lavori di manutenzione a giochi e arredi dei giardini: 40 mila euro d’investimento

È partita l’opera di manutenzione straordinaria e di adeguamento alle normative vigenti, sulle attrezzature ludiche e arredi urbani installati presso cinque aree a verde pubblico e scuole dell’infanzia, per un valore di 40 mila euro.

Sia in alcuni giardini pubblici, sia nei giardini delle scuole dell’infanzia comunali, sono presenti arredi e attrezzature per il gioco (altalene, torri scivolo e multigioco, panchine, tavoli da pic-nic, etc) che necessitano di restauro. Al fine di mantenere le attrezzature in perfetta efficienza e garantirne l’utilizzo in sicurezza, sono necessarie alcune opere di manutenzione, in particolare la carteggiatura e verniciatura delle parti in legno. In alcuni casi sono necessari interventi di riparazione e installazione di pezzi di ricambio. Verrà anche controllata la stabilità di tutte le strutture.

“Avevamo promesso di occuparci ogni anno della riqualificazione di almeno un giardino pubblico”, commenta il sindaco Edoardo Prestanti. “Quest’anno ridiamo un volto nuovo a cinque aree verdi, con un occhio particolare alle scuole. Con questi interventi i giardini saranno più belli e più sicuri, cosicché non appena le normative di contrasto al Covid-19 ci permetteranno di riaprirli all’utilizzo libero, i nostri bambini potranno trovare luoghi ancora più accoglienti per giocare. I giardini sono la casa di tutti, quegli spazi aperti alle famiglie che vogliamo sempre mantenere al meglio”.

In particolare, queste sono le cinque le aree gioco oggetto dei lavori, con i relativi interventi:

  • Giardini di Via degli Ulivi a Carmignano: carteggiatura, stuccatura e verniciatura dei tavoli da picnic in legno con sostituzione degli elementi deteriorati.
  • Giardini di Via Beethoven a Comeana: carteggiatura, stuccatura e verniciatura di tutti gli arredi urbani e di tutte le attrezzature ludiche con sostituzione degli elementi deteriorati. Verranno rimossi una torre-scivolo ed una altalena non più recuperabili, provvedendo alla loro sostituzione con la fornitura e posa di strutture similari.
  • Giardini della scuola dell’infanzia di Poggio alla Malva: carteggiatura, stuccatura e verniciatura di tutti gli arredi urbani e di tutte le attrezzature ludiche con sostituzione degli elementi deteriorati oltre alla sistemazione del cordonato di contenimento dell’area gioco in gomma colata. Verranno rimossi uno scivolo, due pannelli attività e cinque giochi a molla non più recuperabili, provvedendo alla loro sostituzione con la fornitura e posa di strutture similari.
  • Giardini della scuola dell’infanzia di Santa Cristina a Mezzana: carteggiatura, stuccatura e verniciatura di tutti gli arredi urbani e di tutte le attrezzature ludiche con sostituzione degli elementi deteriorati.
  • Giardini della scuola dell’infanzia di Bacchereto: carteggiatura, stuccatura e verniciatura di tutti gli arredi urbani e di tutte le attrezzature ludiche con sostituzione degli elementi deteriorati. Verrà rimosso il pergolato con relativa pavimentazione in legno adibito ad “aula verde” per attività didattiche all’aperto, in evidente stato di marcescenza e non più recuperabile, provvedendo alla sua sostituzione con la fornitura e posa di una struttura similare in acciaio zincato verniciato completa di pavimentazione in gomma montata su massetto in cls e teli parasole.