8 Pietre della Memoria a Carmignano

Il 6 maggio 1945 è una ricorrenza importante che riguarda la vita e la storia di chi ha vissuto gli orrori del nazifascismo: la liberazione del KZ di Ebensee, in Alta Austria, uno dei più importanti sottocampi di concentramento di Mauthausen e tragica destinazione della maggior parte dei deportati toscani coinvolti negli arresti e rastrellamenti compiuti dai fascisti durante gli scioperi generali avvenuti in Toscana tra il 4 e l’8 marzo del ’44, prevalentemente della zona di Firenze/Prato/Empoli.

Domenica 9 maggio sono state inaugurate le 8 Pietre della Memoria dedicate ai deportati carmignanesi nei campi di concentramento nazisti:
-Arrighi Alvaro
-Benelli Natale
-Caiani Umberto
-Cioppi Dino
-Frati Lindo
-Martelli Giuseppe
-Palandri Guido
-Tofani Epo

Ecco il video della cerimonia

Nuovo mercato “Campagna in Piazza”

Nasce il nuovo mercato “Campagna in Piazza”, organizzato dalla ProLoco di Carmignano in collaborazione con il BioDistretto del Montalbano, l’Associazione Produttori Fichi Secchi, lo Sportello Verde, il Coordinamento circoli Arci del Montalbano e con il patrocinio e contributo del Comune di Carmignano. Il mercato si svolgerà presso il parcheggio di via Carlo Levi, accanto alla Pista Rossa di Seano, ogni terzo sabato del mese dalle ore 8 alle ore 13. La prima data sarà sabato 15 maggio.

Edoardo Prestanti, sindaco di Carmignano: “Prosegue l’alleanza con la ProLoco, che svolge un ruolo fondamentale nella promozione delle tipicità e della vocazione del nostro territorio. Questo mercato vuole rappresentare un modo per poter vendere prodotti di qualità, del territorio, promuovendo quell’agricoltura sana e pulita che ha nel biologico e biodinamico la sua vocazione. Anche questo rappresenta un ulteriore passo avanti nella costruzione di un distretto biologico, oltre a definire Carmignano come il territorio con la vocazione biologica più importante a livello del Montalbano e della piana fiorentina-pratese”.

Carlo Attucci, presidente della Pro Loco: “La ProLoco non deve solo portare turismo, ma valorizzare il territorio anche dando valore ai suoi prodotti. Abbiamo tante eccellenze, quindi cerchiamo sia di farle vendere sia farne apprezzare la grande qualità”.

Sofia Toninelli, vicepresidente della Pro Loco e organizzatrice del nuovo mercato: “La ProLoco ha un’esperienza ventennale nei mercati, con due mercati d’antiquariato e uno di artigianato. Con questo nuovo mercato vogliamo promuovere anche i prodotti agricoli del territorio e, nel caso di quelli non coltivati a Carmignano, dei territori vicini. L’obiettivo è valorizzare i prodotti attirando persone da fuori, ma anche far scoprire ai cittadini la qualità dei prodotti biologici e biodinamici. L’iniziativa ha come valore anche quello di essere stata concertata da tutti gli attori del territorio con un tavolo organizzato dalla ProLoco con l’amministrazione comunale e con associazioni e aziende agricole”.

Azzurra Del Lucchese, presidente Ass. Produttori Fichi Secchi: “Ci ha fatto piacere partecipare a questo tavolo che si è concretizzato in un mercato che esalta la diversità e la stagionalità delle produzioni, oltre che i prodotti tipici. Il fico secco è un prodotto tipico di Carmignano e quindi promuoviamo fortemente il mercato e speriamo che sia un punto di ripartenza”.

Andrea Landini, vicepresidente Coldiretti: “Come agricoltore sono contento che sia stata messa l’agricoltura al primo posto e sia riconosciuta non solo per la produzione di cibo, ma anche per il valore turistico che può avere in contesti come il nostro. Un mercato biologico come questo può essere anche uno strumento di educazione alimentare e mette in diretto contatto chi produce con chi acquista, evidenziando la diversità fra un prodotto a km 0 e uno della grande distribuzione”.

Alessandro Bandinelli, presidente BioDistretto del Montalbano: “Il BioDistretto si occupa di produrre bio: quale miglior occasione di un mercato per sensibilizzare il consumatore verso questo tipo di alimentazione sana? È anche una questione culturale: avvicinarsi al prodotto naturale, cambiare il nostro modo di consumare il cibo, conoscendo chi lo produce e capendo quali sono le necessità e i costi reali, non guardando solo al prezzo più basso”.

I bambini di Comeana vincono il premio nazionale “I fumetti e cartoni dicono No alla mafia” e il Comune regala libri sulla legalità alle scuole

Le classi 3-A e 3-B della scuola Nazario Sauro di Comeana hanno vinto il primo premio, per la sezione scuola primaria, del II concorso nazionale Premio Attilio Manca “I fumetti e cartoni dicono No alla mafia”, promosso dall’Associazione Peppino Impastato e Adriana Castelli, con l’elaborato “Un’intervista speciale”.

Lo scorso gennaio, a 25 anni dalla barbara uccisione da parte della mafia del piccolo Giuseppe Di Matteo, gli alunni dell’istituto comprensivo Il Pontormo di Carmignano hanno partecipato ad un incontro in videoconferenza con il Presidio di Libera Valle Jato, per apprendere la storia di Giuseppe direttamente dal suo paese natale. A seguito dell’incontro, queste due classi hanno scelto di realizzare il proprio elaborato proprio sul piccolo Di Matteo. “I ragazzi hanno pensato ad alcune domande che avrebbero voluto porre a Giuseppe – spiega l’insegnante referente Gianna Balestri – e noi insegnanti gli abbiamo elaborato le risposte prendendo spunto dal libro di Martino Lo Cascio ‘Il giardino della memoria’. Hanno poi realizzato il fumetto che ha come protagonisti Selem e Leo, due eroi che combattono le mafie, che pongono le domande a Giuseppe”.

Il fumetto dei ragazzi di Comeana si è guadagnato il primo posto su 754 elaborati. I giovanissimi autori riceveranno un attestato di impegno al valor civile, oltre all’attestato di vittoria del premio. Parti del fumetto verranno lette domani pomeriggio nel giardino della legalità Pietra Tramuta, durante l’inaugurazione dei due aranci prevista per le ore 16.

Inoltre, in questa settimana l’assessora alla Pubblica Istruzione Tamara Cecconi ha consegnato a tutte le scuole del territorio una serie di libri sul tema della legalità: dopo il suddetto incontro dello scorso gennaio, alcuni insegnanti avevano espresso il desiderio di arricchire le biblioteche scolastiche con libri su questo tema. È stato quindi proposto ad ogni istituto, dall’infanzia alle medie, di redigere una lista di libri, che sono stati acquistati dal Comune affinché le scuole possano utilizzarli per la propria didattica.

“Non possiamo che essere orgogliosi dei nostri ragazzi e dei loro insegnanti – afferma Tamara Cecconi – che ancora una volta hanno dimostrato un grande impegno per promuovere la cultura della legalità. Far capire ai cittadini del futuro cosa sia la mafia e perché sia fondamentale contrastarla, è una nostra priorità perché solo con questa consapevolezza potranno coltivare un’Italia migliore negli anni a venire”.

Libri legalità

ViviAMO il Montalbano Presentazione calendario di iniziative Maggio-Luglio2021

Il Comune di Carmignano patrocina le iniziative estive del BioDistretto del Montalbano e del GAS Fico Carmignano: “ViviAmo il Montalbano”.

“Siamo un gruppo di donne che si sono incontrate per caso facendo la spesa al GaS Fico di Carmignano, il gruppo di acquisto solidale creato dall’Associazione BioDistretto del Montalbano a Dicembre 2020. Un gruppo tutto al femminile che si è piaciuto ed inteso al volo, una biodiversità di vissuti e professionalità che ha generato un’esplosione di creatività”, spiegano le organizzatrici. “ViviAMO il Montalbano è un ciclo di 29 incontri nato dal contributo personale di ognuna di noi, guardando l’obiettivo che ci accomuna: condividere e trasmettere la nostra passione per la Natura. Crediamo fermamente che vivere in armonia con l’Ambiente che ci circonda e tutelarne la bellezza e salubrità, sia base fondamentale per la nostra salute fisica e mentale. Le nostre iniziative hanno lo scopo di far conoscere ed apprezzare il nostro bellissimo territorio attraverso un calendario ricco di attività per grandi e piccini”.

“Il nostro territorio sta iniziando a portare frutti importanti – aggiunge il sindaco Prestanti – e fra gli ultimi e importanti frutti c’è il GAS Fico, che oltre a creare una rete di consumatori consapevoli e a dare una mano ai nostri agricoltori, assieme al BioDistretto sta creando informazione e consapevolezza, come deve avere un territorio in transizione ecologica”.

Si parte con una serie di escursioni per bambini con la guida ambientale Serena Maccelli “Alla scoperta del Montalbano”, conoscere e riconoscere la Natura, un modo per imparare a rispettarla partendo proprio dalle ricchezze del nostro territorio e per tessere relazioni all’aperto dopo i lunghi mesi che hanno visto, sopratutto i più giovani, impegnati in attività a distanza. Sempre per i più piccoli, una serie di laboratori esperienziali con la costruzione di meridiane, tempere naturali e lavoretti artistici oltre ad un ciclo di letture nei parchi pubblici a cura di Katia Loconte, educatrice prima infanzia con formazione naturalistica.

Sono due le aziende agricole Carmignanesi che ci aprono le loro porte:
– Az.Agricola il Verduraio Matto propone un laboratorio di otto incontri durante i quali i bambini realizzeranno un orto, partendo dalla semina di ortaggi e aromi, arrivando alla raccolta dei frutti. I bambini impareranno a diradare, trapiantare ed annaffiare e conosceranno i metodi di coltivazione biologica. Infine assaggeranno.. “Vorrei che i nostri bambini riscoprissero il contatto con le loro radici in una cultura prevalentemente agricola” dichiara Chiara Berlendis, laureata in Scienze dell’educazione e psicomotricista funzionale nonchè ideatrice di questo percorso.
– Puro Carmignano propone per ogni lunedì del mese di giugno, visita didattica e degustazioni per ammirare il mondo delle api. La visita all’azienda ha come obiettivo far avvicinare le persone al mondo delle api, della produzione del miele e del ruolo degli impollinatori. “Attraverso l’esempio di questi preziosissimi insetti vorremo contribuire a sviluppare lo spirito di gruppo e il senso di responsabilità, sia verso gli altri sia nei confronti dell’ambiente” dichiara Daniela Danieli, titolare dell’azienda.

È della biologa Bianca Mencaroni e del coadiutore degli animali in pet therapy Francesca Napolitano, l’idea di proporre una passeggiata in compagnia dei propri cani e di un educatore cinofilo in modo da apprendere preziosi consigli per godersi le uscite insieme ai nostri fedeli amici. Un gruppo tutto al femminile non poteva rinunciare ad una giornata per sole donne, ed ecco il corso di gin-ecologia, alla scoperta delle piante alleate per il nostro benessere. A cura del “collettivo l’anemone” insieme a Serena Ricci, nuova imprenditrice agricola del Montalbano.

E per finire, sei domeniche di “pulizie ambientali” per camminare insieme e ripulire le zone deturpate dall’abbandono incivile di rifiuti. “Su segnalazione di cittadini che vivono nel nostro territorio, abbiamo già un lungo elenco di luoghi dove intervenire” dichiarano Romina Ferrari, grafica e Laura Lo Presti attivista di Zero Waste. Le nostre azioni quotidiane possono fare la differenza.

Ringraziamo tutte le altre donne del gruppo, fondamentali nel lavoro di squadra: Rosalba, Elisa, Marta, Stefania, Alessandra, Flavia, Ilenia, Ilaria, Silvia, Elisabetta, Martina, Sandra, Nicoletta.

Arrivata la fibra ottica anche a Comeana e Poggio alla Malva

Con il collegamento in fibra ottica della centrale che serve le frazioni di Comeana e Poggio alla Malva è stata completata da parte di TIM la copertura in banda ultralarga del comune di Carmignano per consentire a imprese e cittadini di utilizzare connessioni superveloci fino a 200 Mbps. Complessivamente nel territorio comunale di Carmignano sono stati collegati con la fibra ottica tutti i 23 armadi stradali, per un totale di circa 5.300 unità immobiliari, con oltre il 90% della popolazione raggiunto dal servizio. L’iniziativa ha dato una risposta tempestiva e concreta alle crescenti esigenze di connettività in un periodo in cui smart working e didattica a distanza sono diventati fondamentali.

Si tratta di un importante risultato, fortemente voluto e perseguito dall’Amministrazione locale, ottenuto grazie all’importante investimento fatto da TIM e alla collaborazione fornita dagli uffici comunali. Questa collaborazione ha consentito di realizzare nella cittadina in provincia di Prato una rete in grado di offrire servizi tecnologicamente evoluti, in linea con la nuova strategia aziendale che ha l’obiettivo di dare impulso alla trasformazione digitale del Paese.

Grazie alla fibra, le imprese potranno così accedere al mondo delle soluzioni professionali quali ad esempio lo smart working, la unified communication, la videosorveglianza in HD e i servizi di cloud computing aziendali, come le applicazioni software as a service. Allo stesso tempo, i residenti possono già richiedere l’attivazione della fibra per la propria abitazione, potenziando così la connessione internet di casa. La connessione ad alta velocità consente inoltre di fruire di contenuti multimediali d’intrattenimento contemporaneamente su smartphone, tablet e smart TV.

Da quando abbiamo cominciato il dialogo con TIM – afferma l’assessora all’Informatica Tamara Cecconiabbiamo fatto regolari passi avanti per migliorare i problemi di connettività sul territorio comunale. Artimino e Colle sono state le prime frazioni su cui il problema è stato risolto e adesso siamo contenti di poter annunciare che anche Comeana e Poggio alla Malva saranno connesse al meglio. Sappiamo che ancora ci sono parti del territorio su cui occorre lavorare e proseguiamo con l’intento di dare a tutti i cittadini la possibilità di utilizzare internet senza problemi, soprattutto per far fronte alle necessità di telelavoro e didattica a distanza”.

Siamo lieti che Carmignano sia quasi integralmente coperto dalla banda ultralarga – ha dichiarato Ernesto Bianchi, Responsabile Field Operations Line Toscana Est di TIM –. Questo importante intervento permette ai cittadini e alle imprese di usufruire di numerosi servizi innovativi necessari allo sviluppo del territorio. Sfruttando infatti le potenzialità della rete in fibra ottica, con una connessione veloce e sicura, oggi si è in grado di contribuire allo sviluppo dell’economia locale, puntando anche alla maggiore efficienza dei servizi al cittadino. Si tratta di una iniziativa che conferma l’impegno di TIM nel mettere a disposizione delle comunità locali le proprie competenze ed infrastrutture, proponendosi come partner di riferimento per le Pubbliche Amministrazioni e le imprese”.